A Roma la XI° assemblea del Comitato Mondiale per l’Etica del Turismo. Ospite Gnudi

17 Luglio 2012 ·

Dibattito aperto sullo sviluppo del Codice Mondiale di Etica del Turismo.

Il 16 e 17 luglio il Dipartimento del Turismo  ospita la XI° assemblea annuale del Comitato Mondiale di Etica del Turismo, l’organo ausiliario dell’UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) che ha il compito di mettere in pratica il Codice Mondiale di Etica del Turismo, approvato all’unanimità dall’Assemblea Generale dell’Organizzazione Mondiale del Turismo a Santiago del Cile nel 1999 e ufficialmente adottato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2001. Al centro della discussione nelle due giornate di lavori l’attuazione pratica dei principi contenuti nel Codice su temi come accessibilità delle strutture e degli spazi turistici, tutela dei minori, dei lavoratori e del patrimonio naturale e artistico. Ad aprire i lavori il ministro del Turismo Piero Gnudi, che ha dichiarato: “il  compito del Comitato è far conoscere il Codice mondiale di etica del Turismo a tutti coloro che operano nel settore e di aggiornarlo, implementarlo, diffonderlo, perché con l’enorme aumento del turismo, in assenza di saldi principi etici, rischiamo di sradicare alcune culture”. Gnudi ha inoltre aggiunto: “stiamo coinvolgendo il Segretario Generale dell’UNWTO, Taleb Rifai, nella fase analitica del lavoro di predisposizione del Piano Strategico per il rilancio del Turismo”.

Bankitalia: anche a Novembre 2011 turismo in ripresa

14 Febbraio 2012 ·

L’ultimo rapporto sull’andamento del comparto conferma il traino delle presenze straniere

La Banca d’Italia ha presentato il suo rapporto mensile sulla bilancia dei pagamenti relativa al mese di novembre 2011. Dall’analisi emergono dati che seguono la tendenza generale dell’anno 2011: una crescita del comparto sostenuta soprattutto dalla presenza straniera. La spesa dei viaggiatori stranieri in Italia è infatti cresciuta in questo mese del 2,8% (1.709 milioni di euro) rispetto al 2010, mentre quelle dei viaggiatori italiani all’estero (1.374 milioni di euro) sono calate dello 0,7%. Nel periodo gennaio-novembre 2011, tuttavia, anche la presenza italiana all’estero è cresciuta come spesa dell’ 1,6%, mentre le spese straniere nel nostro paese hanno fatto registrare un brillante +6,1%.  Altre tendenze registrate dall’indagine sono una crescita consistente delle spese per il soggiorno in albergo (+9% per i turisti stranieri e +5,8% per gli italiani all’estero) e un corrispondente calo delle spese da parte dei non pernottanti (-3,8% stranieri e -8,8% italiani).

(Fonte: Il giornale del Turismo)