NTV in Veneto: Casa Italo a Mestre e promozioni sui viaggi nel nordest

13 marzo 2013 ·

Novità importanti per la primavera 2013 da NTV, la compagnia di trasporto ferroviario privato ad alta velocità. Il mese di marzo vede infatti l’entrata in servizio dell’ultimo dei 25 treni della flotta NTV, che entra così in pieno regime operativo. Inoltre la società, reduce dalla presentazione al salone internazionale ITB di Berlino del suo accordo con ENIT, si prepara anche all’apertura del centro assistenza clienti “Casa Italo” di Mestre approntando un programma di offerte su misura per il trasporto nel Veneto. Le offerte prevedono l’attivazione di abbonamenti mensili per la linea Bologna-Padova-Venezia (con le seguenti tariffe: 144 euro tra Venezia e Padova, 214 euro tra Padova e Bologna, 274 euro tra Venezia e Bologna); tariffe speciali fino a fine marzo per i viaggi in ambiente Club o Prima sulle linee Venezia-Roma e Padova Roma e per i viaggi in ambiente Smart sulle linee Padova-Bologna, Venezia-Bologna, Padova-Firenze. Sempre fino a fine marzo, inoltre, chi viaggia in coppia potà godere di uno sconto del 50% sulla tariffa del secondo passeggero sui treni da Bologna o da Firenze per Padova o Venezia (in ambiente Smart o Prima).

(Fonte e info: NTV)

Aeroporti, pronto il piano di riordino del ministro Passera

30 gennaio 2013 ·

Luce verde dal Governo all’Atto di Indirizzo voluto dal ministro dei trasporti Corrado Passera (nella foto) per la definizione del “Piano nazionale per lo sviluppo aeroportuale”. Il piano, atteso da quasi 30 anni, prevede la riorganizzazione delle 112 strutture aeroportuali italiane (11 delle quali ad uso esclusivamente militare), e l’ultima parola sul progetto spetterà alla conferenza Stato-Regioni e al Presidente della Repubblica.

L’Atto di Indirizzo prevede uno stop alla costruzione di nuovi aeroporti e suddivide le strutture presenti sul territorio in due fasce: 31 aeroporti sono stati dichiarati di rilevanza strategica europea e nazionale (Bergamo, Bologna, Genova, Milano Linate, Malpensa, Napoli, Palermo, Roma Fiumicino, Torino, Venezia, Alghero, Bari, Brindisi, Cagliari, Catania, Firenze, Lamezia Terme, Olbia, Pisa, Roma Ciampino, Trapani, Treviso, Verona, Ancona, Pescara, Reggio Calabria, Trieste Lampedusa, Pantelleria, Rimini e Salerno), mentre le rimanenti 70 strutture aperte al traffico civile(tra esse spicca Brescia Montichiari, oggetto da tempo discussioni su un possibile rilancio) saranno affidate alle Regioni che ne valuteranno interventi tecnici ed eventuali dismissioni.

Per i principali aeroporti nazionali sono previsti un intervento di capitali privati nelle quote societarie, un programma di infrastrutturazione da realizzare in particolare attraverso collegamenti più diretti con il trasporto ferroviario ad alta velocità (questi ultimi in particolare per l’aeroporto di Venezia) e la possibilità di gestione congiunta di più spazi da parte di un unico soggetto attraverso “Reti Aeroportuali” che differenzino per uso le strutture presenti sullo stesso territorio.

Afferma il ministro Passera in una nota: “Con l’Atto di indirizzo colmiamo una grave lacuna del nostro Paese che durava da 26 anni. Il provvedimento è uno strumento importante per avviare il riordino di un settore per noi strategico, favorendone lo sviluppo e il recupero di efficienza. Concentriamo sforzi e investimenti sugli aeroporti che rientrano nei piani infrastrutturali europei e, al tempo stesso, confermiamo il ruolo degli scali territoriali che servono importanti realtà locali. Attraverso la razionalizzazione dei servizi, un piano di infrastrutturazione a medio periodo, la costituzione di reti aeroportuali, l’Italia può davvero ambire ad avere un sistema all’avanguardia e competitivo a livello internazionale, evitando sprechi di risorse pubbliche. La collaborazione con le Regioni sarà fondamentale”.

Venezia: ok da ENAC per la costruzione della Torre Cardin

13 novembre 2012 ·

In una nota l’ Ente dell’Aviazione Civile ha ufficializzato il suo via libera in deroga alla costruzione del Palais Lumière, il complesso composto da tre torri che il noto stilista Pierre Cardin vuole costruire nell’ex area industriale di Porto Marghera (VE). Il progetto del grattacielo aveva sollevato nei mesi scorsi ampie discussioni per via dell’altezza record prevista (255 metri per 66 piani) e dei conseguenti possibili rischi dovuti alla vicinanza con il locale aeroporto Marco Polo/Tessera (a sua volta in via di espansione, con la costruzione di una nuova pista in programma per i prossimi anni). L’autorizzazione di ENAC è dunque una deroga al limite di 145 metri d’altezza previsto per le costruzioni nell’area attorno all’aeroporto: gli esperti che hanno esaminato il dossier hanno ritenuto tuttavia che il grattacielo, destinato ad essere l’unica costruzione nella zona a raggiungere simili altezze, non comporti pericoli specifici o la necessità di modificare le rotte degli aerei. Soddisfatti il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni (nella foto) e il presidente del Veneto Luca Zaia, che hanno anche sottolineato l’importanza della costruzione e delle opere complementari (in particolare nuove vie di trasporto tra Venezia e Marghera) per la riqualificazione anche turistica di Porto Marghera e l’occupazione nella zona. I lavori dovrebbero partire nel prossimo febbraio per un costo complessivo di circa 2 miliardi e mezzo di euro.

Successo a Venezia per TrE Tourism Real Estate. Anche HBConsortium tra i partner dell’evento

11 ottobre 2012 ·

12 convegni, 80  relatori e oltre 500 società nella tre giorni presso il Porto di Venezia

Grande interesse per l’edizione 2012 di TrE Tourism Real Estate, l’evento dedicato all’ immobiliare turistico che ha raccolto dal 3 al 5 ottobre presso il Terminal Crociere del Porto di Venezia oltre 500 società ed enti del comparto hospitality. La manifestazione, organizzata da Expo Venice, ha visto tra i suoi partner HBConsortium, Ministero del Turismo, Regione del Veneto, Provincia di Venezia, Federalberghi, Federimmobiliare-Confindustria, Il Sole 24, Accor, Hilton, Melià, Nh, Ora Hotels & Resorts e Starwood. Tra i temi discussi nel programma di 12 convegni (con un totale di 80 relatori) la necessità di riconversione e ammodernamento delle strutture turistiche italiane (anche in chiave di ecosostenibilità); l’incontro possibile tra specializzazioni diverse all’interno del comparto, dal congressuale all’entertainment fino a turismo d’arte e iniziative per la terza età; gli interventi istituzionali  allo studio per il prossimo futuro, come la semplificazione delle norme urbanistiche, la creazione di zone franche e di una cabina di regia nazionale per il settore. Spazio importante anche alla discussione sulle nuove formule come il Condohotel e l’House Hotel, discussi nel convegno dal titolo  “Seconde case, condotel e house hotel: cosa cercano gli investitori stranieri e nuovi modelli di valorizzazione degli immobili”. TrE tornerà nel 2013, forte del successo di questa terza edizione, tutta all’insegna della progettualità e delle idee concrete per il rilancio del mercato nazionale.

 

Per informazioni: www.tre-expo.com

 

NTV: partono a inizio ottobre i collegamenti con il Veneto

19 settembre 2012 ·

In vendita dal 18 settembre i biglietti per Venezia, Mestre e Padova

Ancora novità  per NTV e i suoi treni Italo ad alta velocità. Dal 18 settembre sono infatti in vendita i biglietti per i 6 nuovi collegamenti giornalieri che dal 3 ottobre collegheranno Roma e Venezia attraverso le fermate intermedie di Firenze, Bologna, Mestre e Padova. I collegamenti diventeranno 10 entro la fine del 2012, e sempre nel mese di dicembre è prevista  l’attivazione della linea Milano-Torino.

Per quanto riguarda gli orari, il primo treno Italo partirà dal capoluogo veneto alle 7.40 con arrivo a Roma Tiburtina alle 11.20 (Roma Ostiense 11.37), l’ultimo alle 18.37, con arrivo alle 22.20 a Tiburtina (Ostiense: 22.37).  La linea Roma-Venezia prevede invece la prima partenza alle 7.24 da Ostiense (7.40 da Tiburtina), con arrivo a Venezia alle 11.23; l’ultima partenza è fissata da Ostiense alle 18.54 (19.10 da Tiburtina) con arrivo a Venezia alle 22.53.

L’  amministratore delegato di NTV, Giuseppe Sciarrone, ha infine annunciato che la società ha richiesto a RFI, il gestore della rete ferroviaria italiana, l’autorizzazione tecnica per ridurre ulteriormente i tempi di collegamento tra Milano e Roma: questa estate è stato lanciato il servizio diretto che permette di raggiungere le due città in 2 ore e 45 minuti, ma secondo NTV esiste la possibilità di velocizzare di altri 25-30 minuti il percorso Rogoredo-Tiburtina,superando quindi la velocità limite attuale di 300 km/h.  Un’affermazione che non ha mancato di provocare l’ennesima polemica tra NTV e FS, il cui AD, Mauro Moretti, ha definito “un falso” le dichiarazioni di Sciarrone.

NTV: dal 1° agosto i treni Italo arrivano a Salerno

24 luglio 2012 ·

Sei corse al giorno tra Milano e la città campana. 37 minuti per raggiungere Napoli.

Prosegue guardando in parallelo a turisti, viaggiatori business e pendolari lo sviluppo di NTV, la compagnia di trasporto ferroviario ad alta velocità che collega attualmente Milano, Bologna, Firenze, Roma e Napoli. Dall’ 1 agosto i treni “Italo” raggiungeranno infatti con sei corse al giorno Salerno, un prolungamento che  permetterà di raggiungere rapidamente sia la costiera amalfitana che il capoluogo campano (37 minuti di viaggio tra Napoli e Salerno). Dalla Stazione Centrale di Salerno, dove sarà aperto il 20 agosto il centro servizi “Casa Italo”, il primo treno partirà alle 6.12, mentre l’ultimo arriverà alle 20.54. NTV ha attivato per l’occasione una tariffa speciale con biglietti al prezzo base (ambiente Smart) di 10 euro da Salerno per Napoli, 20 per Roma, 30 per Firenze, 35 per Bologna e 40 per Milano. Le prossime tappe dell’estensione del servizio prevedono entro la fine del 2012 un collegamento Milano-Torino (con 6 corse al giorno a/r) e l’attivazione della seconda linea che collegherà anche Venezia, Mestre e Padova alle città già raggiunte dai treni “Italo”. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.italotreno.it.

Trasporti: arrivano i body scanner negli aeroporti italiani?

14 febbraio 2012 ·

Dal mese di marzo saranno installati a Fiumicino, Malpensa e Venezia, ma si attende l’ok del governo

L’Enac e il Comitato interministeriale per la sicurezza del trasporto aereo e degli aeroporti hanno annunciato la conclusione della sperimentazione (iniziata nel 2010) e l’imminente adozione dei body scanner nei principali aeroporti italiani, se il governo darà l’autorizzazione all’iniziativa. I “security scanner” a onde millimetriche saranno installati a partire da marzo negli aeroporti di Roma Fiumicino, Milano Malpensa e Venezia, sostituiranno le perquisizioni manuali (ma non il controllo con metal detector) e copriranno i collegamenti con le tratte a maggior rischio terrorismo, vale a dire Israele e gli USA. Enac afferma inoltre in una nota informativa: “tutti i security scanner che verranno usati nel nostro Paese non presentano alcuna controindicazione per la salute, né per i passeggeri né per gli addetti alle macchine”.

Hrs.com: Venezia la città più cara nel 2011

17 gennaio 2012 ·
La tendenza generale è un forte aumento delle tariffe alberghiere, ma non mancano eccezioni importanti

Hrs.com ha pubblicato i dati della sua indagine sul mercato alberghiero italiano,  incentrata sul prezzo medio delle camere. Dall’analisi relativa al 2011 emerge un andamento irregolare del mercato sia nel nostro paese che all’estero.  Se i prezzi sono aumentati nella maggior parte delle destinazioni italiane, altre città importanti come Torino e Bologna hanno fatto registrare cali consistenti nelle tariffe (nella città piemontese un calo record del 9,34% che porta sotto i 100 euro il costo di una notte). Venezia è come nel 2010 la città più cara (123 euro, +4,38% rispetto all’anno precedente); in forte aumento anche le tariffe a Milano (102 euro, +3,01%) e a Firenze (95 euro a notte, +5,36%). In Europa la città più cara è Zurigo, con un aumento del 13%;  la più economica è Praga (62 euro), dove però è aumentato il prezzo medio del 6,01%. A  livello mondiale la città più costosa è invece New York, con una media di 180 euro a notte. Rilevante anche l’aumento di Rio De Janeiro (+30%), legato anche alla riorganizzazione urbanistica della città in vista dei mondiali di calcio 2014 e delle Olimpiadi del 2016.

(Fonte: TTG)

Daily Telegraph: l’Italia piace ai turisti inglesi

22 novembre 2011 ·

Anche quest’anno l’Italia è la meta europea preferita dai lettori del Daily & Sunday Telegraph, la testata britannica che vanta una tiratura di 650 mila copie.  I suoi 23 mila lettori hanno contribuito con un questionario alla tradizionale ricerca del giornale sulle abitudini e tendenze dei viaggiatori inglesi, considerata di particolare valore e accuratezza nei risultati.  Il nostro paese, oltre a staccare come “Favourite European Country” Francia e Spagna, è al primo posto anche nella categoria “Favourite Hotel Worldwide” con l’Hotel Villa d’Este sul lago di Como; Venezia  si piazza invece in seconda posizione insieme a Cape Town e dietro a New York nella categoria “Favourite City Worldwide” .

 (Fonte: TTG)

ROTTA TOKIO-VENEZIA: cinque incontri per promuovere la rotta

4 ottobre 2011 ·

Un collegamento diretto tra Venezia e Tokio è l’obbiettivo del progetto del Sindaco della città Italiana e il Ministro delle Infrastrutture giapponese per aumentare i flussi turisti e commerciali tra l’Italia e il Sol Levante. Tra gli appuntamenti sono previsti anche incontri relativi al settore B2B.

 

 

Al fine di verificare la possibilità di realizzare una tratta aerea che colleghi direttamente Venezia con Tokio, l’Enit-Agenzi ha organizzato in quest’ultima città 5 incontri tra maggiori Enti del turismo nipponico, il Sindaco di Tokio e una Delegazione di Sistema di Venezia. La proposta di realizzare la rotta diretta è stata avanzata al Ministro delle Infrastrutture giapponese dal Sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, con la doppia finalità di facilitare e di accrescere i flussi turistici e i movimenti d’affari dalla città del Sol Levante verso il capoluogo veneto e verso il Nord-Est italiano in genere.Il viaggio, organizzato da Confindustria in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari e il sostegno dell’Ambasciata Italiana a Tokyo, ha visto anche la realizzazione di incontri B2B tra imprenditori giapponesi e quelli italiani.
(Fonte: Turismo e finanza)

Tassa di soggiorno in vigore: polemiche a Firenze e a Venezia

5 luglio 2011 ·

La tassa di soggiorno, entrata in vigore venerdi 1° luglio, continua a generare attriti tra amministrazioni locali e associazioni di settore. Particolarmente tesa la situazione a Firenze e Venezia. Da parte delle associazioni turistiche e di commercio delle due città si fa notare che tra l’istituzione di un’imposta e l’inizio della sua applicazione devono passare 60 giorni: la tassa di soggiorno, approvata lo scorso 20 giugno, dovrebbe dunque essere valida solo dal 20 Agosto. Su questo tema si pronuncerà il 13 luglio il Tar della Toscana, che nel frattempo ha però respinto la richiesta di sospensione cautelare dell’imposta avanzata da 150 albergatori locali e da Confindustria Alberghi Firenze, Aia Federalberghi, Asshotel Confesercenti e CNA Turismo. Problemi anche a Venezia, dove l’AVA (Associazione veneziana albergatori) ha interrotto le trattative con il Comune e con il sindaco Giorgio Orsoni sul regolamento locale di applicazione della tassa.

Costo degli hotel in Italia: sorprese da un’indagine

17 giugno 2011 ·

A Milano e Venezia il titolo di città con gli alberghi più cari di Italia, mentre i più economici si trovano ad Aosta e a Palermo. Un’indagine della Business Travel Survey (Bts) di Uvet American Express fornisce l’immagine di un paese molto frammentato anche a livello di costi turistici. Oscillazioni sorprendenti non solo al nord: se pernottare per lavoro a Milano costa 135 euro a notte, due in meno che in laguna, in una città in espansione come Torino bastano 92 euro, e nella vicina Aosta 77. A Genova ci vogliono invece 121 euro, la stessa cifra che è richiesta a Roma, classificata peraltro come la seconda città meno costosa in Europa dopo Madrid (116 euro). Interessante anche la differenza tra Bologna e Firenze (rispettivamente 103 e 122 euro). Nel sud la città più cara è Bari con 108 euro, ma Napoli non supera i 99 euro e Campobasso registra un balzo del 7% (dai 95 euro del 2009 ai 102 euro del 2010). L’indagine segnala poi che nel secondo semestre del 2010 i prezzi degli hotel rilevati per i viaggi d’affari sono diminuiti mediamente di 4 euro a pernottamento (da 107 a 103 euro a notte).

Alberto Bettinardi