24-26 marzo: Tecno&Food fa tappa a Torino

20 marzo 2013 ·

Ai nastri di partenza l’edizione n.13 di Tecno&Food, il salone internazionale riservato agli operatori del food & beverage e delle forniture per alberghi, ristoranti ed esercizi pubblici. L’appuntamento è dal 24 al 26 marzo a Torino, negli spazi espositivi di Lingotto Fiere: il concept scelto per l’edizione 2013 è infatti l’incontro tra i gusti e le professionalità del nordovest e del nordest, con particolare attenzione alla tradizione alimentare del Veneto e del Piemonte e a un bacino professionale di oltre 60.000 locali pubblici.

 L’incontro tra le cucine tipiche del Piemonte e del Veneto si realizzerà negli appuntamenti chiamati “Cooking Show”: in appositi spazi saranno presentate con questo nome le ricette e le specialità agroalimentari dei due territori, in un’ottica di scambio reciproco virtuoso sia dal punto di vista culturale sia a livello di incontro e conoscenza b2b.

Grande importanza avrà inoltre quest’anno la realizzazione della pizza, a cui sono dedicati tre appuntamenti, uno per ogni giornata del salone: le lezioni e dimostrazioni domenicali di Pizza Gourmet per ristoranti e pizzerie (a cura di Scuola Italiana Pizzaioli); la gara di Pizza a km zero  (con l’utilizzo creativo di prodotti locali) nella giornata di lunedi 25 marzo, e infine, martedi 26 marzo, un evento formativo per giovani pizzaioli (sempre curato da Scuola Italiana Pizzaioli insieme ad ASCOM) intitolato “Pizza? Mani in pasta”.

 Tecno&Food è organizzato da GL Events con la collaborazione per quest’edizione di ASCOM-EPAT Torino e le principali associazioni territoriali della provincia di Padova (Camera di Commercio, Confagricoltura, Coldiretti e CIA Padova).

 (Fonte info: Tecno&Food)

False recensioni alberghiere: continua l’allarme di Federalberghi

7 febbraio 2013 ·

Torna alla ribalta la questione (già emersa nei mesi scorsi) delle mail che periodicamente “offrono” agli albergatori pacchetti di “recensioni pronte” da inserire sui portali specializzati. Una nuova ondata di queste mail è infatti apparsa questa settimana in tutto il territorio nazionale, in particolare in Veneto, Piemonte e Lombardia, e ha spinto a intervenire tanto la polizia postale quanto enti di riferimento del comparto come Federalberghi. La Federazione degli albergatori italiani chiede a livello nazionale da tempo l’introduzione dell’obbligo di firmare con nome e cognome gli interventi e i commenti sui siti web che raccolgono recensioni alberghiere, per evitare distorsioni della concorrenza, attività diffamatorie e rischi legati allo “spamming” e al “phishing” telematico. Sul tema è intervenuto anche il presidente di Federalberghi Veneto, Marco Michielli (nella foto), che ha affermato in proposito: “In questo mare magnum di ambiguità del web, qualche squalo sta tentando di insinuarsi. Siamo passati dal folklore della vendetta dell’amante tradita, con recensioni di fuoco via web sul locale dell’amato, agli squali 2.0″.

 

Viaggiandum Est: le ville storiche del Veneto per il turismo locale e nazionale

31 gennaio 2013 ·

Le ville storiche del Veneto sono state protagoniste dell’edizione n.13 di Viaggiandum Est, la tradizionale Borsa del Turismo Culturale organizzata dalla Regione del Veneto in collaborazione con IRVV-Istituto Regionale Ville Venete.

L’edizione 2012 di Viaggiandum Est si è tenuta lo scorso 16 novembre presso la Villa Contarini di Piazzola sul Brenta (PD) e ha visto la presenza di 30 selezionati tour operator e di circa 100 operatori turistici italiani specializzati nel turismo culturale.

Tour operator e buyer hanno avuto possibilità di incontrarsi e di stringere relazioni one-to-one all’interno di un programma di appuntamenti che ha tradotto in pratica commerciale le osservazioni e le conclusioni emerse negli altri due eventi cardine di Viaggiandum Est 2013.

Il primo di questi è stato il convegno dal titolo “VENETO DI VALORE. Cultura, Impresa, Territorio. Un capitale comune”. All’incontro hanno partecipato importanti rappresentanti istituzionali come Marino Zorzato (Vicepresidente e Assessore alla Cultura e al Territorio Regione del Veneto) e Italo Candoni (vicedirettore di Confindustria Veneto) insieme a figure come Francesco Borga, che in qualità di segretario del Comitato Promotore per Venezia capitale della cultura 2019 ha evidenziato le diverse sfaccettature delle politiche di marketing e valorizzazione territoriale attualmente in via di elaborazione.

Tema del dibattito è stato il fatto che l’incontro tra ville storiche e turismo culturale rappresenti una forma parallela e ancora oggi poco esplorata di gestione del territorio e di rafforzamento dell’offerta turistica. In questo senso la ricerca di nuovi strumenti di competitività turistica richiede e insieme offre la possibilità concreta di mettere al centro dell’offerta il patrimonio architettonico del territorio; tale offerta però non deve ridursi a una semplice fruizione o al mantenimento in vita delle pregiate strutture, ma deve anche stabilire sinergie e integrazioni con il contesto, attraverso destinazioni d’uso e opportunità legate a eventi e percorsi di esplorazione che toccano tutto il territorio regionale e macroregionale.

Secondo appuntamento è stato l’educational tour che sabato 17 novembre ha accompagnato lungo tutta la giornata i rappresentanti dei tour operator esteri nell’esplorazione delle Ville Venete della Riviera del Brenta, in località ricche di storia come Mira, Stra, Malcontenta e Oriago: gli operatori sono stati inoltre ospitati in strutture ricettive di alto livello toccando con mano l’offerta termale, congressuale, leisure ed enogastronomica dell’intera area.

L’edizione 2013 dell’evento si terrà dal 14 al 16 novembre 2013.

 

(Fonte testo e immagini: Viaggiandumest.com)

Successo a Venezia per TrE Tourism Real Estate. Anche HBConsortium tra i partner dell’evento

11 ottobre 2012 ·

12 convegni, 80  relatori e oltre 500 società nella tre giorni presso il Porto di Venezia

Grande interesse per l’edizione 2012 di TrE Tourism Real Estate, l’evento dedicato all’ immobiliare turistico che ha raccolto dal 3 al 5 ottobre presso il Terminal Crociere del Porto di Venezia oltre 500 società ed enti del comparto hospitality. La manifestazione, organizzata da Expo Venice, ha visto tra i suoi partner HBConsortium, Ministero del Turismo, Regione del Veneto, Provincia di Venezia, Federalberghi, Federimmobiliare-Confindustria, Il Sole 24, Accor, Hilton, Melià, Nh, Ora Hotels & Resorts e Starwood. Tra i temi discussi nel programma di 12 convegni (con un totale di 80 relatori) la necessità di riconversione e ammodernamento delle strutture turistiche italiane (anche in chiave di ecosostenibilità); l’incontro possibile tra specializzazioni diverse all’interno del comparto, dal congressuale all’entertainment fino a turismo d’arte e iniziative per la terza età; gli interventi istituzionali  allo studio per il prossimo futuro, come la semplificazione delle norme urbanistiche, la creazione di zone franche e di una cabina di regia nazionale per il settore. Spazio importante anche alla discussione sulle nuove formule come il Condohotel e l’House Hotel, discussi nel convegno dal titolo  “Seconde case, condotel e house hotel: cosa cercano gli investitori stranieri e nuovi modelli di valorizzazione degli immobili”. TrE tornerà nel 2013, forte del successo di questa terza edizione, tutta all’insegna della progettualità e delle idee concrete per il rilancio del mercato nazionale.

 

Per informazioni: www.tre-expo.com

 

NTV: partono a inizio ottobre i collegamenti con il Veneto

19 settembre 2012 ·

In vendita dal 18 settembre i biglietti per Venezia, Mestre e Padova

Ancora novità  per NTV e i suoi treni Italo ad alta velocità. Dal 18 settembre sono infatti in vendita i biglietti per i 6 nuovi collegamenti giornalieri che dal 3 ottobre collegheranno Roma e Venezia attraverso le fermate intermedie di Firenze, Bologna, Mestre e Padova. I collegamenti diventeranno 10 entro la fine del 2012, e sempre nel mese di dicembre è prevista  l’attivazione della linea Milano-Torino.

Per quanto riguarda gli orari, il primo treno Italo partirà dal capoluogo veneto alle 7.40 con arrivo a Roma Tiburtina alle 11.20 (Roma Ostiense 11.37), l’ultimo alle 18.37, con arrivo alle 22.20 a Tiburtina (Ostiense: 22.37).  La linea Roma-Venezia prevede invece la prima partenza alle 7.24 da Ostiense (7.40 da Tiburtina), con arrivo a Venezia alle 11.23; l’ultima partenza è fissata da Ostiense alle 18.54 (19.10 da Tiburtina) con arrivo a Venezia alle 22.53.

L’  amministratore delegato di NTV, Giuseppe Sciarrone, ha infine annunciato che la società ha richiesto a RFI, il gestore della rete ferroviaria italiana, l’autorizzazione tecnica per ridurre ulteriormente i tempi di collegamento tra Milano e Roma: questa estate è stato lanciato il servizio diretto che permette di raggiungere le due città in 2 ore e 45 minuti, ma secondo NTV esiste la possibilità di velocizzare di altri 25-30 minuti il percorso Rogoredo-Tiburtina,superando quindi la velocità limite attuale di 300 km/h.  Un’affermazione che non ha mancato di provocare l’ennesima polemica tra NTV e FS, il cui AD, Mauro Moretti, ha definito “un falso” le dichiarazioni di Sciarrone.

Iva, imposta di soggiorno e Ici: polemiche sulla manovra

13 dicembre 2011 ·

Confturismo Veneto e Confcommercio chiedono l’abolizione della tassa di soggiorno

La decisione del governo Monti di reintrodurre l’ICI e l’ipotesi di un innalzamento al 12% delle aliquote Iva sembra destinata ad accendere polemiche anche nel sistema turistico. Le regioni Veneto, Emilia Romagna e Toscana sono infatti in prima linea nella richiesta di compensare la reintroduzione della tassa sulla casa (ora chiamata IMU) con la cancellazione totale della tassa di soggiorno nei comuni e nelle regioni turistiche, incluse le amministrazioni nelle quali è al vaglio da mesi l’effettiva introduzione dell’imposta.  Confturismo Veneto si è dichiarata favorevole ai “benefit” fiscali proposti per i comuni dal governo nella manovra, ma ritiene che il mantenimento della tassa di soggiorno annullerebbe e renderebbe inutili questi stessi interventi. Anche le rappresentanze di Confcommercio di città come Pisa, Rimini e Ravenna e della regione Emilia Romagna hanno richiesto con forza la stessa misura, e in una nota congiunta Federalberghi-Associazione provinciale albergatori di Confcommercio Reggio Emilia e Assoturismo-Confesercenti Reggio Emilia hanno definito la tassa di soggiorno “un balzello antiquato e oneroso, antituristico, antieconomico e antisviluppo”.