False recensioni alberghiere: continua l’allarme di Federalberghi

7 Febbraio 2013 ·

Torna alla ribalta la questione (già emersa nei mesi scorsi) delle mail che periodicamente “offrono” agli albergatori pacchetti di “recensioni pronte” da inserire sui portali specializzati. Una nuova ondata di queste mail è infatti apparsa questa settimana in tutto il territorio nazionale, in particolare in Veneto, Piemonte e Lombardia, e ha spinto a intervenire tanto la polizia postale quanto enti di riferimento del comparto come Federalberghi. La Federazione degli albergatori italiani chiede a livello nazionale da tempo l’introduzione dell’obbligo di firmare con nome e cognome gli interventi e i commenti sui siti web che raccolgono recensioni alberghiere, per evitare distorsioni della concorrenza, attività diffamatorie e rischi legati allo “spamming” e al “phishing” telematico. Sul tema è intervenuto anche il presidente di Federalberghi Veneto, Marco Michielli (nella foto), che ha affermato in proposito: “In questo mare magnum di ambiguità del web, qualche squalo sta tentando di insinuarsi. Siamo passati dal folklore della vendetta dell’amante tradita, con recensioni di fuoco via web sul locale dell’amato, agli squali 2.0″.

 

Tripadvisor: in Italia pochi hotel per famiglie

18 Aprile 2012 ·

Assegnati i premi alle strutture family-friendly votate dai recensori sul web. In Italia vincono Venezia e il Lazio

TripAdvisor, il principale sito internazionale di recensioni turistiche, ha assegnato anche nel 2012 il premio Travelers’Choice Hotels for Family dedicato alle strutture alberghiere europee e mondiali più a misura di famiglia e di bambini. Il primo premio assoluto è stato riconosciuto alla struttura Sands Resort Hotel & Spa, con sede nella Cornovaglia inglese; la zona con il numero maggiore di riconoscimenti è quella delle Isole Baleari. Negativo invece il bilancio per gli hotel del nostro paese, che non compaiono nelle classifiche ufficiali, tutte compilate in base alle recensioni web dei turisti. Il Residence Palazzo Odoni di Venezia è stato dichiarato come la migliore struttura italiana, mentre la regione italiana con più recensioni positive è il Lazio, che ha conquistato ben 11 segnalazioni. La lista completa degli hotel premiati  è visibile sul sito ufficiale di TripAdvisor, www.tripadvisor.it.

Torna alla home e consulta altre news

Federalberghi e Hotrec contro Tripadvisor: continua la polemica

7 Febbraio 2012 ·

L’ente chiede una legislazione più severa per i siti di recensione alberghiera online 

Ancora nel mirino di Federalberghi i siti di recensioni e prenotazioni alberghiere online. In un comunicato rilasciato nei giorni scorsi, l’ente ha annunciato di avere preso parte (insieme alle altre associazioni aderenti a Hotrec, l’organizzazione europea che riunisce strutture alberghiere, ristoranti e bar) alla stesura di un codice di comportamento per la tutela delle le strutture che ritengano di essere state diffamate da recensioni e offerte ingannevoli, diffamatorie o comunque non verificate nei loro contenuti. Federalberghi ha evidenziato come in diversi stati europei (ultimo in ordine di tempo l’Inghilterra), ma non in Italia, le autorità per il controllo della pubblicità e della concorrenza abbiano già dichiarato sleale  e quindi censurato il comportamento di siti come Tripadvisor.

(Fonte: Federalberghi)

In Francia maximulta per le recensioni online degli hotel

18 Ottobre 2011 ·

A pochi giorni dall’accodo di partnership stipulato tra TripAdvisor e Confindustria Aica e Alberghi, spunta una maximulta da parte del Tribunale di Parigi che ha condannato Expedia, TripAdvisor ed Hotels.com a pagare una multa da 430mila Euro per aver messo in atto pratiche sleali e ingannevoli. Federalberghi si associa alla condanna per contrastare pratiche commerciali scorrette.

 

L’accusa lanciata da Bernabò Bocca ai blog turistici giunge all’indomani della condanna, da parte del Tribunale Commerciale di Parigi nei confronti di Expedia, TripAdvisor e Hotels.com, a pagare una multa da 430mila euro “per aver messo in atto pratiche sleali e ingannevoli”. Expedia è stata accusata di aver generato confusione tra siti d’opinione, nella fattispecie Tripadvisor (di proprietà Expedia) e siti commerciali, “fornendo informazioni sbagliate sulla disponibilità di posti in certi alberghi e indirizzando gli utenti verso altri hotel, partner commerciali del sito stesso”. I due alberghi che si sono uniti alla causa, l’Hotel Place du Louvre e il Chateau de Guilguiffin, riceveranno rispettivamente 60mila e 23mila euro; tutti, inoltre, riceveranno 20mila euro per coprire le spese legali. La sentenza è stata emanata su istanza di Synhorcat, il sindacato francese degli albergatori, il cui presidente, Didier Chenet, non nasconde la soddisfazione e parla di svolta per il turismo sul web. “Stiamo entrando in un’era di moralizzazione – afferma in un’intervista a tourmag.com -. Non si potrà più scrivere quel che si vuole su internet”. Ma il sindacato vuole andare ancora oltre: Chenet ha, infatti, esortato il gruppo Expedia e le altre organizzazioni professionali a incontrarsi per definire una serie di clausole. “Se non si apriranno al dialogo – promette il presidente di Synhorcat -, non esiteremo a tornare in tribunale”. (Fonte: TTG)

 

TripAdvisor avvia sinergia con Confindustria Alberghi e Aica

11 Ottobre 2011 ·

Prende il via la collaborazione tra TripAdvisor e Confindustria Alberghi e Confindustria Aica: la partnership con TripAdvisor ed i siti che costituiscono il TripAdvisor Media Network, rappresenta infatti un importante passo avanti per le associazioni alberghiere italiane sia per migliorare i propri servizi, che per aprire a un dialogo strategico, aperto e trasparente, con il portale online dedicato ai viaggi più grande al mondo.

Per costruire un dialogo aperto e trasparente con gli albergatori italiani per migliorare i propri servizi aziendali, TripAdvisor avvia un’importante collaborazione con Confindustria Alberghi e Confindustria Aica. Insieme daranno vita ad un tavolo di discussione con l’obiettivo di migliorare la soddisfazione degli albergatori, ascoltare le esigenze dei rappresentanti del settore ricettivo italiano e garantire che i criteri di classificazione riportati sui siti di TripAdvisor siano coerenti ai parametri ufficialmente riconosciuti a livello nazionale.
TripAdvisor for Business organizzerà anche una serie di sessioni formative gratuite presso le sedi di Confindustria Alberghi e Confindustria Aica con l’obiettivo di migliorare l’utilizzo della piattaforma professionale e aiutare gli albergatori a promuovere il proprio business e a migliorare la propria reputazione online. Il calendario dei seminari  – che si svolgeranno nelle principali città italiane – sarà disponibile sul sito di Confindustria e delle sue associazioni.
“L’avvio di questa collaborazione riconferma il nostro impegno per lavorare insieme agli albergatori italiani direttamente sul campo”, commenta Christine Petersen, presidente di TripAdvisor for Business.
“I social media – spiega Carmela Colaiacovo, presidente di Confindustria Alberghi – sono diventati punto di riferimento nelle scelte del cliente e come tali chiedono la nostra massima attenzione. In questo senso la collaborazione con TripAdvisor è strategica, affronta le criticità che preoccupano gli albergatori e permette di valorizzarle le opportunità a disposizione delle imprese”.
Per Elena David, presidente di Confindustria Aica, “questa partnership rappresenta un’importante occasione per rispondere in maniera efficace alle esigenze delle imprese associate e per sostenere concretamente il loro business. Riteniamo, infatti, che TripAdvisor rappresenti un sistema di classificazione degli hotel alternativo al tradizionale sistema di attribuzione delle stelle. Tuttavia, affinché il sistema sia realmente affidabile e immune dal rischio di strumentalizzazioni, è necessario anche il coinvolgimento diretto delle aziende di settore”. (Fonte: Travelnostop)