Trasporti, NTV: da giugno 2013 collegamento Milano-Ancona in 3 ore

19 Dicembre 2012 ·

NTV ha annunciato un progetto per la copertura dal prossimo giugno della direttrice ferroviaria Adriatica e dell’area a cavallo tra Romagna e Marche, una delle principali zone manifatturiere e turistiche del Paese. Il programma di sviluppo della rete permetterà di raggiungere in tre ore da Milano  Ancona e Pesaro, con fermate a Bologna, Rimini e Forlì. Secondo l’azienda, “in accordo con la Regione Marche NTV è pronta a chiedere al gestore della Infrastruttura RFI le tracce per il nuovo servizio: tre coppie di treni, per un totale di sei viaggi al giorno. L’attivazione della nuova linea sull’Adriatica amplierà ancora il network delle città servite da NTV (dalle 9 attuali per 12 stazioni si passa da Giugno a 13 città per un totale di 16 stazioni) e porterà anche nuova occupazione”. Secondo l’AD Giuseppe Sciarrone, “il servizio sarà assicurato in regime di puro mercato, e quindi per il momento arriviamo fino ad Ancona, secondo la strategia di un passo alla volta, riservandoci di valutare la possibilità di portare Italo anche a più a Sud”. (Immagine: Wikipedia)

Ferrovie: Arenaways rinasce grazie a Cope

6 Dicembre 2011 ·

Nuovi soci per la compagnia di trasporto ferroviario privato guidata da Giuseppe Arena

Il giudice fallimentare del tribunale di Torino, Bruno Conca, ha autorizzato venerdi 2 dicembre la cessione di Arenaways a Cope srl, una nuova società formata da un gruppo di imprenditori valdostani insieme allo stesso fondatore Giuseppe Arena. In questo modo dovrebbe terminare l’esercizio provvisorio iniziato nello scorso luglio, quando l’imprenditore piemontese aveva portato in tribunale i libri contabili.  Arena ha commentato così l’operazione: “Sono soddisfatto, ora possiamo ripartire. Abbiamo riunito subito il consiglio dei soci per fare i primi passi. Al più presto inizieremo a lavorare al piano industriale, riprenderemo il discorso da dove si era interrotto”. Al momento il servizio di Arenaways è sospeso sulle tratte italiane (Milano-Torino e il “treno del mare” Santhià-Livorno”), mentre procedono regolarmente i collegamenti con Germania e Olanda curati dai soci stranieri di Arena. Secondo il curatore fallimentare, Leonardo Marta, il nuovo assetto societario permetterà di mantenere l’intero corpo aziendale di 60 dipendenti.