24-26 marzo: Tecno&Food fa tappa a Torino

20 marzo 2013 ·

Ai nastri di partenza l’edizione n.13 di Tecno&Food, il salone internazionale riservato agli operatori del food & beverage e delle forniture per alberghi, ristoranti ed esercizi pubblici. L’appuntamento è dal 24 al 26 marzo a Torino, negli spazi espositivi di Lingotto Fiere: il concept scelto per l’edizione 2013 è infatti l’incontro tra i gusti e le professionalità del nordovest e del nordest, con particolare attenzione alla tradizione alimentare del Veneto e del Piemonte e a un bacino professionale di oltre 60.000 locali pubblici.

 L’incontro tra le cucine tipiche del Piemonte e del Veneto si realizzerà negli appuntamenti chiamati “Cooking Show”: in appositi spazi saranno presentate con questo nome le ricette e le specialità agroalimentari dei due territori, in un’ottica di scambio reciproco virtuoso sia dal punto di vista culturale sia a livello di incontro e conoscenza b2b.

Grande importanza avrà inoltre quest’anno la realizzazione della pizza, a cui sono dedicati tre appuntamenti, uno per ogni giornata del salone: le lezioni e dimostrazioni domenicali di Pizza Gourmet per ristoranti e pizzerie (a cura di Scuola Italiana Pizzaioli); la gara di Pizza a km zero  (con l’utilizzo creativo di prodotti locali) nella giornata di lunedi 25 marzo, e infine, martedi 26 marzo, un evento formativo per giovani pizzaioli (sempre curato da Scuola Italiana Pizzaioli insieme ad ASCOM) intitolato “Pizza? Mani in pasta”.

 Tecno&Food è organizzato da GL Events con la collaborazione per quest’edizione di ASCOM-EPAT Torino e le principali associazioni territoriali della provincia di Padova (Camera di Commercio, Confagricoltura, Coldiretti e CIA Padova).

 (Fonte info: Tecno&Food)

Italo arriva a Torino: vendite aperte, servizio al via dal 9 dicembre

19 novembre 2012 ·

NTV ha annunciato i dettagli dell’ aggiunta di Torino al suo servizio di trasporto ferroviario ad alta velocità. Dal 9 dicembre il capoluogo piemontese completerà infatti la linea che ha collegato finora Milano, Firenze, Bologna, Roma e Salerno.  In questo modo, contando anche la seconda direttrice che collega Roma con Venezia, arriverà a 44 il numero dei collegamenti giornalieri finora offerti da NTV  tra le principali città italiane.  Il collegamento Torino-Milano prevede 7 corse quotidiane da Torino Porta Susa (dove nel mese di gennaio 2013 sarà attivato anche il Centro Servizi Italo per i viaggiatori) e altrettante da Milano Porta Garibaldi, oltre a fermate alla stazione di Milano Rogoredo. Gli orari prevedono la prima partenza da Torino PS alle 6.47 e l’ultima partenza da Torino PS alle 19.47, la prima partenza da  Milano Porta Garibaldi alle 7.21 e l’ultima partenza da Milano Rogoredo alle 19.56 (con fermata a Milano Porta Garibaldi alle 20.18).  Sarà dunque possibile raggiungere Torino PS in 44 minuti da Milano PG e in 67 minuti da Rogoredo.  I prezzi partono dalla classe Smart:  € 15 per Milano, € 20 (in promozione) per Bologna, € 25 per Firenze, € 38 per Roma, € 45 per Napoli ed € 50 per Salerno. I biglietti sono acquistabili sul sito www.italotreno.it, presso il contact center Pronto Italo (06.07.08), nelle biglietterie self service collocate nelle Case Italo e nelle agenzie di viaggio abilitate.

Prima rata IMU: incassi record a Roma, Rimini e Cortina

24 luglio 2012 ·

Pubblicati i dati sul gettito della prima rata di giugno: raccolti 9,5 miliardi di euro

Il Ministero dell’Economia ha reso disponibili nei giorni scorsi i dati sui versamenti Imu relativi alla prima rata di giugno. Un bilancio in linea con le aspettative, a partire dal gettito complessivo (9,5 miliardi di euro, 5,6 dei quali andranno ai Comuni e il rimanente allo Stato), ma che mette anche in evidenza incassi ancora più variabili del previsto tra città a città, sia per le grandi metropoli che per le località turistiche. Per quanto riguarda le prime, Roma è naturalmente in testa con 776,3 milioni di euro di gettito e stacca nettamente Milano (410 milioni), che a sua volta sorprende per il divario con Torino (202,7 milioni) e Firenze (93,5 milioni). Fanalino di coda è il piccolo comune di Elva (CN), 102 abitanti, che ha raccolto 4507 euro. Tra i centri turistici di lusso spiccano gli alti incassi di Cortina, che con 9.953.705 euro supera luoghi altrettanto famosi come Forte dei Marmi (7,43 milioni), Sorrento (5,39 milioni), Courmayeur (5,35), Sirmione (4,15), Taormina (3 milioni); molto più basse però le cifre raccolte in località come Saint Vincent (1,65) Portofino (1,26 milioni), Positano (1,25 milioni), Capalbio (1,07 milioni)  e Amalfi (722 mila euro). Altrettanto variabili i dati relativi alle località di villeggiatura più popolari distribuite tra Liguria, Romagna e Marche, su tutte Rimini (31,4 milioni di euro), Riccione (11,8 milioni),  Fano (9,64 milioni) e Cattolica (4,12 milioni).

NTV: dal 1° agosto i treni Italo arrivano a Salerno

24 luglio 2012 ·

Sei corse al giorno tra Milano e la città campana. 37 minuti per raggiungere Napoli.

Prosegue guardando in parallelo a turisti, viaggiatori business e pendolari lo sviluppo di NTV, la compagnia di trasporto ferroviario ad alta velocità che collega attualmente Milano, Bologna, Firenze, Roma e Napoli. Dall’ 1 agosto i treni “Italo” raggiungeranno infatti con sei corse al giorno Salerno, un prolungamento che  permetterà di raggiungere rapidamente sia la costiera amalfitana che il capoluogo campano (37 minuti di viaggio tra Napoli e Salerno). Dalla Stazione Centrale di Salerno, dove sarà aperto il 20 agosto il centro servizi “Casa Italo”, il primo treno partirà alle 6.12, mentre l’ultimo arriverà alle 20.54. NTV ha attivato per l’occasione una tariffa speciale con biglietti al prezzo base (ambiente Smart) di 10 euro da Salerno per Napoli, 20 per Roma, 30 per Firenze, 35 per Bologna e 40 per Milano. Le prossime tappe dell’estensione del servizio prevedono entro la fine del 2012 un collegamento Milano-Torino (con 6 corse al giorno a/r) e l’attivazione della seconda linea che collegherà anche Venezia, Mestre e Padova alle città già raggiunte dai treni “Italo”. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.italotreno.it.

Expo: firmato dai governatori il protocollo di collaborazione tra Piemonte e Lombardia

17 luglio 2012 ·

Il turismo, l’alimentazione e le infrastrutture al centro della collaborazione e della promozione congiunta

I governatori di Piemonte e Lombardia, Roberto Cota e Roberto Formigoni, hanno sottoscritto il 13 luglio a Torino il primo protocollo di collaborazione interregionale per Expo 2015, a cui seguiranno accordi tra Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna.  L’accordo sarà incentrato sulla promozione delle eccellenze territoriali, da realizzare attraverso una cabina di regia comune e attraverso il rafforzamento dell’offerta turistica e di trasporto. Per quest’ultimo si prevede un’integrazione dei diversi mezzi (treni ad alta velocità e trasporto aereo) anche a livello di tariffe e biglietti, mentre per le imprese turistiche e il sistema alberghiero è in programma un piano generale di supporto, anche attraverso scambi organizzativi tra fiere e musei e nuovi pacchetti viaggio dedicati in particolare alle aree lacustri, alle testimonianze storico-architettoniche della Storia delle due regioni (ville storiche, castelli, residenze sabaude e viscontee) e alle aree di eccellenza agroalimentare (sia per la produzione che per la ricerca universitaria legata a energia, veterinaria, zootecnia e biotecnologie) poste in particolare al confine tra le regioni e lungo il bacino del Po.

Arenaways: al via i “Trenhotel” notturni tra Nord e Sud Italia

4 luglio 2012 ·

Il  10 e l’11 luglio le prime corse da Torino verso Reggio Calabria e Bari.

Sono stati ufficializzati gli orari e le date di partenza del nuovo servizio “Trenhotel” di Arenaways, la società di trasporto ferroviario privato fondata da Giuseppe Arena e recentemente acquisita da una cordata guidata dal calzaturificio Del Gatto di Porto S.Elpidio (FM).  Le due linee notturne offrono un collegamento tra Nord e Sud Italia comprensivo di carrozze con cabine singole o a due letti, doccia privata, ristorante, bar e mini-shop, oltre a spazi per persone a mobilità ridotta e animali domestici e al trasporto di biciclette, moto e auto (con carico e scarico auto nelle stazioni di Alessandria, Villa San Giovanni e Bari). I biglietti possono essere acquistati presso agenzie di viaggio convenzionate, biglietterie Trenitalia e siti web di  Arenaways e Trenitalia. Martedi 10 luglio alle ore 17.10 è la data fissata per il viaggio inaugurale tra Torino Porta Nuova e Reggio Calabria mentre l’11 luglio alle 21.45 partirà il primo collegamento da Torino per Bari. I collegamenti notturni sono a cadenza trisettimanale per entrambe le linee. La linea Torino-Reggio Calabria prevede viaggi  da Nord a Sud ogni martedì, venerdì e domenica; da Sud a Nord il lunedì, mercoledì e sabato. Il collegamento Torino-Bari è invece fissato per ogni mercoledi, venerdi e domenica verso il Sud e ogni lunedi, giovedi e sabato verso il Nord. Tutte le informazioni, le tariffe  e gli orari completi sono disponibili sul sito www.arenaways.com e presso il Call Center Arenaways (attivo dal lunedì al venerdì, ore 9:00‐19:00 al numero 0131‐319090). (Fonte: Arenaways)

Federcongressi a convegno il 15 e 16 marzo 2012

1 febbraio 2012 ·
A Torino Incontra la V° Convention dell’associazione che promuove il MICE italiano

Si terrà presso il Centro Congressi Torino Incontra i prossimi 15 e 16 marzo la V° Convention Nazionale di Federcongressi&eventi,  il cui programma  è stato presentato in questi giorni. Il tema scelto per l’edizione 2012 è quello dell’innovazione anticrisi: alla Convention è stato dato infatti il titolo “Stay hungry, stay foolish-la sfida dell’innovazione”, in omaggio a Steve Jobs. Questo tema sarà al centro sia dei quattro seminari previsti nella prima giornata (dedicati all’innovation nell’organizzazione aziendale, nel mercato del lavoro, nell’organizzazione di eventi e nel marketing) che degli appuntamenti della seconda giornata, tra i quali spiccano la tavola rotonda (organizzata da Efapco, Mpi e Federcongressi&eventi) dedicata alla meeting industry e il seminario sul tema “L’innovazione nella governance delle destinazioni” con la partecipazione di Federica Lucini, Presidentedel Comitato  italiano  di ICCA (International congress & convention  association).

(Fonte: Federcongressi&eventi)

Trenitalia: al via l’orario invernale 2011

13 dicembre 2011 ·

Potenziate le corse mattutine, ma fa discutere il taglio delle linee notturne

È entrato in vigore domenica 11 dicembre il nuovo orario invernale di Trenitalia, profondamente rivisto rispetto all’anno scorso. Le novità riguardano soprattutto la fascia mattutina, con un potenziamento del collegamento Torino-Milano (5 treni in più tra le 6.30 e le 9, tre delle quali tra le 7.37 e le 8.02) e Venezia-Roma (3 corse aggiuntive dei Frecciargento: 5.39 da Mestre, 8.20 da Roma e 8.57 da Venezia Santa Lucia).Novità anche per l’alta velocità, con due treni in più sulla linea Torino-Milano-Roma Tiburtina e con 11 Frecciarossa aggiuntivi da impiegare nei giorni di maggiore affollamento. Non mancano però le polemiche sulla decisione di tagliare un centinaio di collegamenti notturni tra Nord e Sud, con la cancellazione di cuccette e vagoni letto e l’obbligo di scalo notturno e cambio a Roma, dovuti al mancato rinnovo dell’accordo di gestione tra FS e Railservice International. Tra le linee notturne tagliate ci sono tra l’altro  i collegamenti tra Milano e Palermo e tra Roma e Torino, ma anche quelli da Roma verso importanti mete turistiche nazionali ed europee come Bolzano, San Candido e Parigi.

Arenaways lancia il servizio di posta in treno

19 luglio 2011 ·

Nuovo servizio a bordo dei treni Arenaways. La società di trasporto ferroviario privato ha infatti iniziato una collaborazione con le Poste Private di Alessandria e con il network postale nazionale Llaposte. A bordo dei treni della compagnia, sulla linea Torino-Cinque Terre-Livorno recentemente attivata, è presente in via sperimentale un desk presso il quale è possibile spedire lettere, raccomandate e pacchi, acquistare ricariche telefoniche, pagare bollettini postali ed effettuare bonifici; inoltre è offerta la possibilità di smistare nelle varie stazioni la corrispondenza dei viaggiatori. A tutti i passeggeri che decideranno di testare il servizio è inoltre distribuita una card gratuita che per ogni 10 operazioni effettuate consente di non pagare la commissione (pari a 1 euro) per le successive 3 operazioni.

A Torino la Convention nazionale 2012 di Federcongressi

5 luglio 2011 ·

Si svolgerà a Torino il 15 e il 16 marzo 2012 la quinta Convention Nazionale di Federcongressi & eventi. L’annuncio è stato dato venerdi 1° luglio in una conferenza stampa tenuta presso lo stand dell’ente alla Btc di Rimini. La città piemontese è stata scelta dal Comitato Esecutivo in quanto il tema della convention 2012 riguarderà la congressistica nelle città del Nord Italia. Dichiara Alberto Cirio, assessore al Turismo della Regione Piemonte: “si tratta di una nuova, importante occasione di vetrina per il nostro patrimonio di infrastrutture e professionalità a servizio della meeting industry. Il Mice è un asset strategico per il Piemonte e per sostenerlo stiamo lanciando, proprio qui in Btc, il nuovo bonus congressuale che, a partire dal 2012, permetterà a chi organizza congressi, meeting e convention di ricevere un incentivo in denaro di cinque euro per ogni notte trascorsa dal congressista negli alberghi piemontesi”. L’edizione 2011 si è tenuta a Firenze dal 27 febbraio al 1° marzo scorso.

Touring club: dove va il turismo culturale?

17 giugno 2011 ·

Francesco Bandarin, vicedirettore generale di UNESCO, è stato ospite e relatore dell’appuntamento milanese di “Destini incrociati”, la collaborazione tra Touring Club Italiano e Centro Studi Silvia Santagata che si articola in due incontri tenuti nel mese di Giugno a Milano e a Torino.  Introdotto dal presidente di TCI, Franco Iseppi, Bandarin ha fornito uno spaccato di estrema attualità dei “dialoghi tra cultura e turismo” (questo il sottotitolo dato agli incontri). Nella sua presentazione delle attività di UNESCO, infatti, Bandarin ha insistito sugli aspetti più controversi del turismo culturale, letto attraverso due parole chiave: “patrimonio” e “conflitto”. Secondo Bandarin UNESCO ha visto lentamente cambiare la sua funzione, con importanti conseguenze che riguardano anche il nostro paese e la sua industria turistica. Le distruzioni portate dalla Seconda Guerra Mondiale, simboleggiate dalla distruzione della città di Dresda, suggerirono il bisogno di convenzioni internazionali che mettessero prima di tutto al riparo dalla distruzione fisica i beni culturali dell’umanità, ma anche in grado di mediare e di sorvegliare sui processi di ricostruzione. I contrasti e i risvolti economici, politici e militari di queste opere hanno però lasciato lentamente il passo (pur tra eccezioni rilevanti come la distruzione del Ponte di Mostar nel 1993 durante la guerra nella ex Jugoslavia) a una situazione più sfumata. Il ruolo delle “archistar”, ad esempio, è per Bandarin un simbolo del turismo del nostro tempo: oscillanti tra espressione personale e gli ingaggi di importanti multinazionali desiderose di lasciare un segno forte nel paesaggio (tradotto spesso in vistose costruzioni con torri gotiche), producono opere accompagnate da polemiche durissime, come ad esempio la Kunsthaus progettata da Peter Cook che si infilano letteralmente tra una casa e l’altra nella città di Graz (Austria) con una sorta di gigantesco e soffocante tunnel che riempie tutto lo spazio fisico e umano circostante.

Questo e altri esempi hanno condotto il discorso al un quadro sul turismo moderno incentrato in particolare sull’Italia. Bandarin sottolinea come la relativa crisi culturale della società di oggi, in gran parte tesa a riciclare il passato, sia anche politica e istituzionale. Dalla netta polarizzazione passata tra fautori del cemento ed ecologisti si è passati lentamente a un dibattito in cui le posizioni sono più sfumate: si è riconosciuto che il turismo non può più essere solo conservazione “sottovuoto” di bellezze preziose, e che attorno alle città e alla storia è inevitabile che la vita continui, si trasformi, portando anche strutture e costruzioni nuove.

Allora va tutto per il meglio? Non proprio: anzi a risultare latitanti sono proprio quelle istituzioni che in passato avrebbero lavorato intensamente per lo sfruttamento del territorio, e allo stesso mediato e tenuto sotto controllo i suoi eccessi. Il presidente Iseppi ha evidenziato infatti che la mancanza di organizzazione del turismo italiano, incapace almeno dai tempi dell’abolizione del Ministero di darsi una struttura pienamente istituzionale e ufficiale, porta sempre di più il turismo italiano (ma non solo) a fare da sé: associazioni di volontariato, privati, enti come lo stesso TCI e movimenti ambientalisti compensano i vuoti legislativi, tengono sotto pressione le istituzioni, con una coscienza civile molto più forte rispetto al passato; ma anche tra i privati ci sono crescenti problemi e divisioni, non solo in Italia. A tornare pressante è il tema della gestione delle strutture ricettive come bar e hotel, considerate non solo troppo separate, ma spesso addirittura in competizione per gli incassi, rispetto a musei e aree archeologiche: questi spazi però, senza un’integrazione efficace con il leisure sembrano destinati in Italia come nel resto dell’Europa e del mondo alla saturazione, al rischio di un’offerta culturale troppo ampia, dispersiva e priva di elementi di novità sufficienti ad attirare un pubblico ormai sazio della pura e semplice bellezza del paesaggio o dell’esotismo.

Stefano Aicardi

 

 

Costo degli hotel in Italia: sorprese da un’indagine

17 giugno 2011 ·

A Milano e Venezia il titolo di città con gli alberghi più cari di Italia, mentre i più economici si trovano ad Aosta e a Palermo. Un’indagine della Business Travel Survey (Bts) di Uvet American Express fornisce l’immagine di un paese molto frammentato anche a livello di costi turistici. Oscillazioni sorprendenti non solo al nord: se pernottare per lavoro a Milano costa 135 euro a notte, due in meno che in laguna, in una città in espansione come Torino bastano 92 euro, e nella vicina Aosta 77. A Genova ci vogliono invece 121 euro, la stessa cifra che è richiesta a Roma, classificata peraltro come la seconda città meno costosa in Europa dopo Madrid (116 euro). Interessante anche la differenza tra Bologna e Firenze (rispettivamente 103 e 122 euro). Nel sud la città più cara è Bari con 108 euro, ma Napoli non supera i 99 euro e Campobasso registra un balzo del 7% (dai 95 euro del 2009 ai 102 euro del 2010). L’indagine segnala poi che nel secondo semestre del 2010 i prezzi degli hotel rilevati per i viaggi d’affari sono diminuiti mediamente di 4 euro a pernottamento (da 107 a 103 euro a notte).

Alberto Bettinardi

Arenaways punta a Sud: accordo per treni hotel con Renfe

17 giugno 2011 ·

Mentre prosegue il braccio di ferro con RFI sul divieto di effettuare fermate intermedie tra Milano e Torino, Arenaways non rimane alla finestra e guarda sempre più agli operatori esteri. Giuseppe Arena, fondatore della prima società ferroviaria privata italiana,  ha annunciato  un accordo con Renfe, l’operatore pubblico ferroviario spagnolo, grazie al quale da Dicembre 2011 5 treni hotel collegheranno Torino con Bari e a Villa San Giovanni, transitando da Alessandria. Secondo Arena l’accordo, oltre a garantire collegamenti più moderni per il Sud Italia, valorizzerà anche l’hub di Alessandria, dove la società già opera in collaborazione con i servizi esteri DB Autozug e Autoslaap.  L’ accordo è stato commentato favorevolmente anche da Ottavio Pagnozzi, responsabile della promozione commerciale di Arenaways attraverso la torinese Promotour, e potrebbe compensare le difficoltà economiche che hanno costretto la società a tagliare le corse pomeridiane sulla linea Milano-Torino.