Malpensa è pronta ad accogliere 20 nuovi paesi e lancia “ViaMilano”

28 giugno 2011 ·

È allo studio del ministro dei Trasporti Altero Matteoli un piano di rilancio di Malpensa destinato a compensare la parziale uscita di Alitalia (2008) e il più recente abbandono dell’hub milanese da parte di Lufthansa. Matteoli, in un’interrogazione parlamentare, ha annunciato che il ministero è pronto a fare da intermediario per le trattative tra SEA e le compagnie di bandiera di 20 nuovi paesi e a rafforzare la recente politica di hubbing di Malpensa, caratterizzata da un’attenzione sempre maggiore all’Oriente e a un turismo più leisure & business rispetto a quello di Linate (i nuovi collegamenti attivati tra il 2010 e il 2011 con Hong Kong, Pechino, New Delhi, Seul e la concessione di licenze provvisorie a vettori come Qatar Airways e Turkish Airlines). Sea lancia inoltre in questi giorni “ViaMilano”, un servizio gratuito che permette di fare scalo a Malpensa combinando voli di compagnie aeree diverse, con vantaggi sul tempo di volo e un’ampia scelta di destinazioni.