ENIT: Andrea Babbi è il nuovo direttore generale

19 Settembre 2012 ·

  Commenti positivi sulla nomina dalle associazioni di settore

Il consiglio di amministrazione di ENIT, l’Ente del Turismo Italiano, ha designato la scorsa settimana come nuovo direttore generale Andrea Babbi, attuale amministratore delegato di Apt Servizi Emilia Romagna. Babbi, 50 anni, prende il posto di Paolo Rubini. La decisione è stata accolta con soddisfazione da tutte le principali associazioni di settore, a partire da Federturismo, il cui presidente Renzo Iorio ha dichiarato: La nomina di Babbi chiude, auspichiamo, il processo di rinnovo della guida dell’Agenzia dopo la nomina del Presidente Pierluigi Celli di alcuni mesi fa, e consente ora di concentrarsi a pieno nel rilancio della promozione turistica del nostro Paese nel mondo e supportare adeguatamente le azioni in vista di EXPO2015”. Simile l’auspicio di Nardo Filippetti, presidente di ASTOI Confindustria: “Ci auguriamo che una figura di spicco come Babbi possa contribuire non solo a far raggiungere la piena operatività all’ente, ma anche a fare da stimolo propulsivo all’adozione di misure che conducano finalmente a una promozione forte e coordinata dell’Italia”.  A Babbi sono giunti anche gli auguri di Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio, che aggiunge: “per Babbi sarà un’occasione per dare impulso all’attività dell’Agenzia e soprattutto un contributo concreto alla valorizzazione delle potenzialità ancora inespresse del comparto turistico”.

Costa Concordia, Enit parteciperà a Seatrade

17 Gennaio 2012 ·
L’Ente nazionale del  Turismo interviene per rilanciare l’immagine del  turismo crocieristico italiano

Il Direttore Generale di ENIT, Paolo Rubini, è intervenuto a proposito della tragedia della Costa Concordia, la nave da crociera naufragata nelle acque dell’Isola del Giglio e per la quale prosegue in queste ore la lotta contro il tempo per i soccorsi e la ricerca di superstiti. Oltre a esprimere il cordoglio dell’Ente, Rubini sottolinea in una nota che la catastrofe è stata un evento eccezionale e non rappresentativo dell’eccellenza tecnologica e degli elevati standard di sicurezza della crocieristica italiana. Per sostenere il rilancio dell’immagine del comparto ENIT ha deciso di partecipare a Fiera Seatrade Cruise and Shipping Convention, in programma a Miami dal 12 al 15 Marzo prossimi, e metterà gratuitamente a disposizione di tutti gli operatori del settore i propri servizi e le proprie strutture, incluse quelle all’estero. Dichiara il presidente Rubini: “In questo momento è importante che il Paese sia vicino alle vittime ed alle loro famiglie ma anche che esprima in modo concreto il proprio sostegno alle imprese del settore ed ai tanti operatori che svolgono il proprio lavoro nella massima correttezza e nel completo rispetto delle regole della navigazione e del settore”.

ENIT: Turismo outgoing, l’Italia continua a crescere

20 Dicembre 2011 ·

Presentato il “Monitoraggio” della rete estera e dei tour operator italiani

Il consueto monitoraggio prefestivo della rete estera e dei Tour Operator, curato da ENIT e dedicato al turismo outcoming nel nostro paese, fornisce risultati positivi riguardo al primo semestre 2011 e in vista del nuovo anno. Secondo il Commissario straordinario Matteo Marzotto, gli arrivi nel nostro paese sono aumentati nel periodo in esame del 7,3%, le presenze estere del 5% e la spesa del 6,5%.  Le prime stime per il 2012 tratteggiano anche un quadro ottimistico sulla vendita dei pacchetti turistici con destinazione Italia: il 71% dei Tour Operator intervistati ne prevede una crescita, anche grazie al continuo aumento delle prenotazioni dai paesi BRIC (Brasile, Russia, India e Cina). Il direttore generale di ENIT, Paolo Rubini, ha commentato così questi dati: “Questo trend favorevole è di buon auspicio per il futuro della nostra industria turistica, ci conferma che i nostri ospiti stranieri continuano a ritenere la vacanza un bene di consumo primario ed irrinunciabile ed in questo senso l’Italia continua ad esercitare la sua inossidabile attrazione che vanno a sommarsi ad altri riscontri positivi, come la recente graduatoria di FutureBrand che riposiziona l’Italia nella classifica delle top ten per i marchi Paese, grazie ai suoi atout più tipici, come cultura, turismo, stile, cucina”.