Ai nastri di partenza BiT 2013: la Cina è protagonista

12 Febbraio 2013 ·

 

In programma dal 14 al 17 febbraio la Borsa Internazionale del Turismo

Torna questa settimana negli spazi di Rho Fiera Bit-Borsa Internazionale del Turismo. L’edizione 2013 è in programma da giovedi 14 a domenica 17 febbraio e si distribuirà su 9 padiglioni, con un afflusso previsto di circa 90.000 visitatori. L’evento sarà riservato agli operatori nei primi due giorni di salone e aperto al pubblico nel weekend del 16 e 17 febbraio. Evento di apertura, giovedi 14 febbraio alle ore 10.30, la presentazione del Piano Strategico per il Turismo Italiano voluto dal ministro del Turismo Piero Gnudi.

 Tra i temi che verranno affrontati nel programma di incontri e convegni spicca il rapporto con l’Oriente: la Cina è stata infatti scelta come paese ospite dell’edizione 2013 e sarà al centro di eventi come il dibattito intitolato “L’ospitalità italiana al servizio del turista con gli occhi a mandorla”,  in cartellone venerdi 15 febbraio alle ore 10.00.

L’integrazione diretta e digitale tra b2b e b2c, tra promozione delle destinazioni e business aziendale, in un’ottica di attenzione all’incoming, è poi alla base della principale novità organizzativa: l’inserimento del workshop Bit BuyItaly (diviso quest’anno in giornate tematiche) nel padiglione dedicato all’Italia (con un’intera giornata dedicata agli incontri tra buyer e regioni con stand superiore a 200 mq) e della nuova area Business Village nei padiglioni The World, scelta che facilita il contatto diretto tra espositori e buyer, gestori di catene alberghiere e fornitori di servizi, agenzie di viaggi e aziende di trasporti. Tornano anche appuntamenti tradizionali come il workshop BitBuyClub, dedicato nella giornata di apertura all’associazionismo e al turismo tematico, e non manca l’attenzione alle prospettive del turismo ecosostenbile, a cui sarà dedicata sopratutto la giornata di sabato 16 febbraio.

 Il programma completo è disponibile sul sito ufficiale bit.fieramilano.it.

 (Fonte: BiT)

 

Malpensa è pronta ad accogliere 20 nuovi paesi e lancia “ViaMilano”

28 Giugno 2011 ·

È allo studio del ministro dei Trasporti Altero Matteoli un piano di rilancio di Malpensa destinato a compensare la parziale uscita di Alitalia (2008) e il più recente abbandono dell’hub milanese da parte di Lufthansa. Matteoli, in un’interrogazione parlamentare, ha annunciato che il ministero è pronto a fare da intermediario per le trattative tra SEA e le compagnie di bandiera di 20 nuovi paesi e a rafforzare la recente politica di hubbing di Malpensa, caratterizzata da un’attenzione sempre maggiore all’Oriente e a un turismo più leisure & business rispetto a quello di Linate (i nuovi collegamenti attivati tra il 2010 e il 2011 con Hong Kong, Pechino, New Delhi, Seul e la concessione di licenze provvisorie a vettori come Qatar Airways e Turkish Airlines). Sea lancia inoltre in questi giorni “ViaMilano”, un servizio gratuito che permette di fare scalo a Malpensa combinando voli di compagnie aeree diverse, con vantaggi sul tempo di volo e un’ampia scelta di destinazioni.