Milano e Brescia: a metà febbraio aprono le nuove metropolitane

30 Gennaio 2013 ·

Conto alla rovescia per l’apertura delle nuove linee di metropolitana nelle due maggiori città della Lombardia, Milano e Brescia. La prima tratta della linea milanese M5, da Zara a Bignami, ha infatti ricevuto l’ok tecnico dalla Commissione Interministeriale per i Trasporti Ferroviari per l’apertura al pubblico nel weekend del 9-10 febbraio, e si attende ora solo un ultimo test di agibilità nei giorni 4 e 5 febbraio; per la linea metropolitana di Brescia si prevede invece l’inizio dei viaggi nella settimana successiva, ma nel frattempo sono già state inaugurate diverse stazioni, con il prossimo appuntamento fissato per sabato 2 febbraio, quando verrà aperta la stazione di capolinea “Prealpino” situata in Via Triumplina, nel nord della città. Entrambe le linee metropolitane sono a conduzione automatica; i lavori per le 17 stazioni della metropolitana leggera di Brescia sono iniziati nel 2003, mentre quelli della M5 nel 2007. Per la M5 si prevede l’apertura della seconda tratta (da Viale Zara a Porta Garibaldi FS) entro la fine del 2013, mentre la terza e ultima tratta (da Garibaldi allo stadio di San Siro) aprirà nella primavera 2015, a ridosso dell’inizio di Expo. Sono inoltre già allo studio ipotesi di prolungamento per entrambe le linee: la M5 potrebbe toccare Monza, mentre per la linea bresciana si pensa a collegamenti con l’aeroporto di Montichiari.

Expo: Firmato protocollo di intesa con il Comune di Monza

19 Dicembre 2012 ·

Il Sindaco di Monza Roberto Scanagatti e il General Manager Business Operations di Expo 2015 S.p.A., Christian Malangone, hanno sottoscritto un importante Protocollo di intesa (valido fino al 31 dicembre 2015) sul contributo della provincia briantea all’Esposizione Universale. Il protocollo evidenzia come premessa la varietà di offerta del sistema turistico monzese, che oltre al sistema del Parco, della Villa Reale e dell’Autodromo (730 ettari) comprende un vasto numero di dimore storiche e una rete di strutture congressuali di alto valore. Gestito attraverso un nuovo tavolo di coordinamento comune, l’avvicinamento di Monza e della Brianza a Expo 2015 passerà soprattutto da un sostegno alla promozione e alla visibilità internazionale delle tradizionali attività del territorio locale: enogastronomia e agricoltura si affiancheranno quindi in chiave di eco- sostenibilità e a design, industria del mobile e dell’arredo e produzione artigianale, passando anche da investimenti nel rilancio della formazione scolastica e professionale e delle strutture ricettive.

(Fonte info: c.s. Expo 2015 S.p.A.)