Pagamenti a 30 giorni per i beni alimentari: il no di AICA

22 ottobre 2012 ·

Forti riserve da parte di AICA- Associazione Italiana Confindustria Alberghi sulla nuova regolamentazione per i contratti d’acquisto relativi ai prodotti alimentari. Giorgio Palmucci (nella foto), presidente dell’Associazione appena nata dalla fusione tra Confindustria AICA e Confindustria Alberghi, ha così commentato l’articolo 62 della legge 27/2012, che stabilisce termini inderogabili di pagamento a 30 giorni per i beni alimentari deperibili e a 60 giorni per gli altri:  “L’assoluta inderogabilità dei termini di pagamento inserisce un elemento di rigidità nella negoziazione particolarmente grave oggi nell’attuale contesto di forte crisi. Un vincolo così stretto non permette alle parti di trovare soluzioni condivise che possano rispondere alle effettive esigenze. Ulteriori complessità nascono poi dai contratti già in essere tanto più che ad oggi – con l’entrata in vigore al prossimo 24 ottobre – ancora non è disponibile il decreto attuativo. Sappiamo che il Ministro Catania ha dato disponibilità per l’incontro richiesto da Confindustria. L’auspicio è che avvenga al più presto e che, oltre ad uno slittamento dell’entrata in vigore, porti anche ad un ripensamento del provvedimento”.

Incontro Gnudi-Regioni al ministero degli Affari Regionali

19 settembre 2012 ·

Pronto entro fine 2012 il Piano Nazionale per il Turismo

Il Piano Strategico Nazionale del Turismo è al centro dell’importante incontro in programma per oggi 19 settembre presso il ministero degli Affari Regionali tra il ministro del Turismo Piero Gnudi e  i rappresentanti delle Regioni. L’incontro produrrà un documento di programmazione strategica che sarà in seguito sottoposto all’attenzione del premier Monti, e toccherà tutti i temi oggetto di polemiche negli ultimi mesi: la gestione della tassa di soggiorno, le politiche troppo dispersive di promozione internazionale del turismo italiano, le richieste (avanzate da enti di settore e regioni) di detassare e incentivare l’ammodernamento delle strutture ricettive e le iniziative a sostegno del turismo nelle zone terremotate. Nel corso della conferenza stampa di presentazione della Giornata Nazionale del Turismo (in programma a Campobasso il 29 e 30 settembre e dedicata al tema del turismo sostenibile) il ministro Gnudi ha dichiarato in proposito:  “’Il Piano non è soltanto mio ma dovrà essere condiviso con le Regioni e da loro domani mi attendo gli opportuni suggerimenti e valutazioni per poter rilanciare presto il turismo italiano”, che secondo il ministro è stato per troppo tempo trattato come un’ “attività di seconda categoria”.

Enit: il Senato si esprime sulla nomina di Celli

13 marzo 2012 ·

Atteso il parere della Commissione Industria sui nuovi vertici dell’Agenzia nazionale del Turismo

 Oggi 13 marzo la Commissione Industria del Senato si riunirà per fornire il suo parere sulla proposta di nomina a presidente e a direttore generale di Enit di Pierluigi Celli (attuale Direttore Generale dell’ Università Luiss ed ex presidente della RAI) e di Daniel John Winteler (Presidente e AD di Alpitour ed ex presidente di Federturismo Confindustria), oltre che sulla possibile trasformazione di Enit in una SpA. Il cambio ai vertici dell’Agenzia Nazionale del Turismo è oggetto di discussione e polemiche dallo scorso gennaio, quando il ministro del Turismo Piero Gnudi ha avanzato la prima proposta di nomina, subito arenatasi  (nonostante il parere favorevole espresso dalle Regioni) per la mancanza di accordo sul nome di Celli nella corrispondente X Commissione della Camera e per il ricorso al TAR presentato dall’ex presidente e  commissario di ENIT Matteo Marzotto.  

(Fonte: TTG)

Torna alla home e consulta altre news

 

Brambilla: a Monza e a Napoli uffici operativi per il turismo

27 luglio 2011 ·

Il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla ha annunciato l’apertura di uffici operativi e sportelli a Napoli e presso la Villa Reale di Monza, dove è in corso anche l’annunciato trasferimento di altre rappresentanze ministeriali.  Dichiara il ministro: “ritengo importante perseguire l’obiettivo di una maggiore presenza sul territorio per essere ancora più vicini agli operatori e ai cittadini. Vogliamo favorire in ogni modo lo sviluppo, garantendo un migliore raccordo su tutto il territorio con una presenza al Sud e una al Nord, oltre che a Roma. “La Lombardia è tra le regioni che registrano le migliori performance turistiche, e la presenza in quest’area risponde alla volontà di sostenere in maniera diretta un territorio che rappresenta un punto di collegamento con l’Europa e con il resto del mondo, anche in prospettiva dell’Expo 2015″. La scelta di Napoli è motivata invece come una forma di sostegno al turismo nella città partenopea, dove, dichiara Brambilla, “la situazione presenta livelli di criticità rilevanti per gli operatori del turismo e per l’economia locale”. (Fonte: TTG)

Brambilla: fondi dalle banche per il rilancio del turismo

19 luglio 2011 ·

Il ministro del Turismo, Michela Vittoria Brambilla, ha annunciato uno stanziamento di 3.615 milioni di euro  a favore delle industrie e dei servizi turistici da parte di un pool di otto banche: Intesa Sanpaolo, Unicredit, Gruppo Banco Popolare, BPM, Popolare di Sondrio, Monte dei Paschi di Siena, BNL e Banco Popolare dell’Emilia Romagna. I crediti avranno una durata dai 3 mesi ai 20 anni e potranno essere utilizzati per riqualificazione, pubblicità, upgrade tecnologico ed energetico, adeguamento alle normative sulla sicurezza,  consolidamento del debito e anticipo di liquidità. Spiega il ministro: “Il finanziamento è destinato alle imprese turistiche così come definite dalla Riforma del turismo da poco diventata legge, quindi non solo le strutture ricettive, le agenzie di viaggi, i tour operator, ma anche le imprese della ristorazione, gli stabilimenti balneari, e ogni altro tipo di soggetto economico attivo nel settore. Gli oltre 20 mila sportelli degli otto istituti di credito firmatari, insieme ai consorzi di garanzia fidi delle associazioni di categoria appartenenti a Confindustria, Confcommercio, Confesercenti, saranno a disposizione delle imprese turistiche per supportarle nelle operazione di investimento e consolidamento”.

Orari di apertura liberi per i negozi: crescono le perplessità

13 luglio 2011 ·

Reazioni tiepide alle misure di liberalizzazione degli orari di apertura dei negozi nelle città a vocazione turistica contenute nella manovra economica. Nonostante il risultato dell’indagine IPSOS secondo cui il 78% degli italiani è favorevole a questo intervento, sia Osvaldo Napoli che Carlo Sangalli, presidenti di ANCI e Confcommercio,  esprimono riserve.  Secondo Napoli “i comuni sono sempre favorevoli a quelle misure che favoriscono lo sviluppo locale, sempre che tali norme rispettino l’autonomia dei comuni nello stabilire gli ‘orari’ delle città; resta però da sottolineare la necessità, dove sarà possibile, di realizzare accordi locali in relazione alla disciplina dell’organizzazione del lavoro e delle garanzie per i lavoratori del settore”. Più netta la presa di posizione di Sangalli. Il presidente di Confcommercio ha infatti definito la liberalizzazione delle aperture “inaccettabile”, aggiungendo: “contestiamo il metodo e anche il merito sono perplesso sul metodo, c’è stata un’invasione di campo. Aspettiamo un tavolo dove ragionare ed esprimere le preoccupazioni”. Sul tema è intervenuto il ministro del Turismo Michela Brambilla: “trattandosi di un’iniziativa sperimentale, intendo coinvolgere le categorie interessate, consumatori, commercianti e imprese del turismo, nella fase di attuazione e di valutazione, attraverso specifici tavoli di lavoro”.

Brambilla: dal Codice supporto anche al turismo enogastronomico

21 giugno 2011 ·

Venerdi 17 Giugno il ministro del Turismo Michela Brambilla, accompagnato dallo chef Gualtiero Marchesi (presidente onorario della Commissione Ministeriale per il Turismo Enogastronomico) ha presentato in una conferenza stampa la parte del nuovo codice del Turismo, in vigore dal 21 Giugno.  Rispondendo alle critiche mosse dalla FIPE sulle misure adottate per la ristorazione, la Brambilla ha affermato che i ristoranti sono “imprese turistiche a tutti gli effetti”  e ha annunciato  agevolazioni e incentivi finanziari al comparto e iniziative di promozione che andranno dall’organizzazione del primo Festival della Ristorazione (in programma per fine Settembre a Milano) a riconoscimenti ministeriali (attestati di eccellenza turistica e medaglie d’oro) per strutture di ristorazione, chef e istituti di formazione alberghiera. (Fonti: AGI, TTG)

MICE: nasce il Convention Bureau Nazionale. Hoffnung presidente

21 giugno 2011 ·

Si delinea il quadro del Convention Bureau Nazionale, la nuova struttura con la quale il ministro Michela Vittoria Brambilla intende riorganizzare il turismo congressuale e fieristico in Italia. Secondo la Brambilla l’obiettivo principale del CBN è rendere più appetibile agli occhi degli organizzatori internazionali il nostro paese, penalizzato fino a questo momento dalla mancanza di una struttura dedicata a questa funzione.  Alla presidenza del CBN è stato nominato Patrick Hoffnung,  già direttore generale di Turismo Torino e Provincia, direttore commerciale di Nouvelles Frontieres Italia e vicedirettore della Maison De France. La creazione della struttura, la cui presentazione ufficiale è prevista all’interno della prossima edizione di TTI (Rimini, 6-8 Ottobre 2011), è stata però accolta dalle critiche del presidente di Federcongressi & Eventi, Paolo Zona, che lo scorso 19 maggio ha annunciato la dissociazione dell’ente dalle decisioni del CBN per via di uno  Statuto definito “poco trasparente” nella sua composizione e nella distribuzione dei poteri.

Assemblea Generale Assolombarda: il rilancio passa dalle strutture

17 giugno 2011 ·

Investimenti sulla green economy e il suo indotto, ma anche rigore sulle spese: due logiche da unire attraverso “leggi non speciali ma normali, cioè comprensibili e stabili nel tempo”. Così si è espresso il presidente di Assolombarda Alberto Meomartini nel suo intervento all’assemblea generale 2011 dell’ente, tenutasi lunedi 13 giugno a Milano. Tra i protagonisti della giornata il neosindaco Giuliano Pisapia, che ha lanciato ai professionisti milanesi la proposta di una “grande alleanza per lo sviluppo della comunità”.  Meomartini e il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia hanno ribadito l’apprezzamento per la politica di rigore finanziario del ministro Tremonti, insistendo però sulla necessità di formule di sviluppo finora poco esplorate in Italia.  Fisco e infrastrutture sono snodi che riguardano da vicino il settore immobiliare e il turismo: Meomartini si è rivolto alle compagnie di trasporto aereo, suggerendo  di adottare il modello contrattuale delle reti d’impresa. Rilevanti anche i suggerimenti sul sostegno all’housing giovanile (attraverso il dibattito in programma sul Piano Generale del Territorio) e sulle nuove costruzioni per Expo, riguardo alle quali Meomartini ha criticato l’eccessiva frammentazione burocratica e gestionale, che porta alla “proliferazione inefficiente di aeroporti, fiere e qualche volta di sedi universitarie”.