Enit: 11 regioni italiane al WTM di Londra

7 Novembre 2012 ·

È in corso a Londra World Travel Market, la maggiore fiera turistica del mercato europeo. All’evento partecipa anche il nostro paese con rappresentanze  di 11 regioni, di province come Trento e Terni e di Roma Capitale. L’area espositiva “Spazio Italia” occupa  1200 mq e la presenza italiana è guidata da ENIT. “Rispetto ad altri paesi l’Italia viene ancora considerata dai turisti britannici una destinazione di qualità, anche se un po’ cara”, ha affermato il Presidente dell’ENIT, Pier Luigi Celli (nella foto),  “come attestato anche dell’ultimo riconoscimento arrivato dai lettori di Condé Nast Traveller, una delle riviste leader in campo turistico a livello internazionale, che hanno indicato l’Italia come Number One in the World. La stessa stampa si occupa con costanza ed attenzione del nostro Paese ed ha prodotto, sostenuta anche dallo sforzo dell’ufficio ENIT, oltre milleseicento articoli turistici sull’Italia, quasi tutti positivi, nell’ultimo biennio.”

L’Italia presente al Wtm di Londra con 13 Regioni

25 Ottobre 2011 ·

Le regioni presenti allo stand dell’Italia dei territori al Wtm di Londra che è in programma il 7 novembre.
Il tradizionale briefing per gli operatori italiani che vede la presentazione del mercato turistico britannico e irlandese ospiterà, tra gli altri, la Provincia Autonoma di Trento e 14 spazi personalizzati che comprendono Roma Capitale e la Camera di Commercio di Salerno.

Sono 13 le Regioni ospiti dello stand dell’Italia dei territori, al Wtm di Londra. Lo stand sarà allestito su uno spazio di 850 mq e ospiterà anche la Provincia Autonoma di Trento e 14 spazi personalizzati, oltre a Roma Capitale e alla Camera di Commercio di Salerno. Il tradizionale briefing per gli operatori italiani, con la presentazione del mercato turistico britannico ed irlandese a cura della Delegazione di Londra, è in programma domenica 7 novembre al Jumeirah-Carlton Tower Hotel, Cadogan Place. I dati provvisori sui flussi di turisti britannici verso l’Italia, per il primo semestre 2011, sono pari a 1.078.000 arrivi, cifra che corrisponde a un incremento del 3% rispetto allo stesso periodo del 2010, secondo le rilevazioni dall’Ufficio Nazionale di Statistica britannico. Risulta, invece, in diminuzione la spesa (- 3,9%) rispetto al 2010, quantificabile in una media di 497 sterline. (Fonte TTG)