UpOnLine:FORMAZIONE TRASVERSALE A DISTANZA PER APPRENDISTI

18 Ottobre 2017 ·

 

Con HBConsortium e AFOR anche la formazione turistica diventa facile e sicura.

La collaborazione tra HBConsortium e AFOR sas, ente di Formazione accreditato presso la Regione Lombardia, rende oggi più vantaggioso espletare i nuovi obblighi di legge stabiliti per gli apprendisti che si apprestano a iniziare un percorso professionale, anche nel settore turistico.

La normativa sul tema, riformata con il D.lgs n.167/2011 (il “Testo Unico dell’Apprendistato”), obbliga infatti tutti gli apprendisti, indipendentemente da titolo di studio e anno di assunzione, a integrare la loro formazione di base in azienda (formazione professionalizzante, regolata dai contratti nazionali collettivi, comunque non inferiore ad 80 ore annue e seguita da un tutor aziendale) con un corso da svolgere presso un’Agenzia Formativa (formazione trasversale) riconosciuta a livello istituzionale; questo vuol dire allontanarsi dal posto di lavoro per almeno mezza giornata per volta, indipendentemente dalle esigenze lavorative della giornata.

Secondo la nuova normativa la formazione di base e/o trasversale si rivolge a tutti gli apprendisti, indipendentemente dal titolo di studio, dall’anno di assunzione, o dall’ente che li assume, e prevede il seguente monte ore di corso:

  • 40 ore nel triennio per apprendisti in possesso di laurea;
  • 2 percorsi da 40 ore l’uno nel triennio, per i diplomati
  • 3 percorsi da 40 ore l’uno nel triennio per chi è in possesso di titolo della scuola dell’obbligo.

AFOR propone dunque a partire da fine novembre 2012 “UpOnLine”, un corso trasversale di 40 ore utilizzabile in modalità FAD (formazione a distanza) e suddiviso come da normativa:

  • Diritti e doveri del lavoratore e dell’impresa (8h)
  • Sicurezza nell’ambiente di lavoro (8h)
  • Relazione e comunicazione nell’ambito di lavoro (8h)
  • Organizzazione aziendale  (8h)
  • Qualità  (8h)
  • Totale:  40h

La piattaforma di Afor propone una serie di testi, seguiti dal relativo test che garantisce al partecipante la tracciabilità del tempo trascorso; in questo modo è possibile verificare il tempo in cui ci si è connessi di volta in volta e, a termine del percorso di formazione, richiedere l’attestato finale certificante le 40 ore, attestato riconosciuto da Regione Lombardia.

Per ottenere l’attestato l’allievo dovrà prendere parte all’intero percorso formativo: in orario di lavoro, è sufficiente collegarsi  per anche solo tranche di mezz’ora; dal momento in cui si ricevono le credenziali di accesso ad UpOnLine l’apprendista avrà a disposizione 10 mesi per concludere il percorso.

Il costo del corso è di 390 euro + Iva; per chi si iscrive tramite HBConsortium il costo è invece di 340 euro + Iva.

Servizio offerto da HBConsortium grazie alla collaborazione con AFOR.

Vai alla Scheda di Presentazione

Scarica il modulo di iscrizione

 

Bottone_Richiedi Info

 

 

 

Bottone_Torna Fornitori

 

 

 

Con Bulgaria e Indonesia Expo raggiunge i 100 paesi partecipanti

3 Ottobre 2012 ·

Monti chiede uno sforzo comune delle istituzioni per il successo dell’Esposizione Universale

A meno di 950 giorni dall’apertura (30 aprile 2015) e in anticipo di tre mesi rispetto al termine fissato (fine anno), Expo 2015 ha raggiunto giovedi 27 settembre l’importante obiettivo dei 100 paesi partecipanti all’evento.  Le ultime nazioni ad aderire in ordine di tempo sono state la Bulgaria e l’Indonesia. Tra i principali paesi che hanno aderito finora a Expo ci sono Francia, Spagna, Germania,  Emirati Arabi Uniti, Turchia, Giappone, Cina, Russia e India. L ’annuncio è stato dato a New York dal premier Mario Monti, che ha affermato: Si tratta  di una soglia simbolica che manifesta il grande interesse per la manifestazione che avrà luogo nel 2015”.  Il presidente del Consiglio è poi intervenuto nuovamente sul tema Expo lunedi 1 ottobre, in occasione del Forum della Cooperazione Internazionale che si è tenuto presso il Piccolo Teatro di Milano, e ha invitato “tutte le istituzioni lombarde e milanesi, tutte le forze della società italiana ma in particolare lombarde e milanesi, per questo sforzo impegnativo e collettivo che darà, se avrà successo anche frutti importanti per costruire un permanente cordone ombelicale fra Milano e l’Italia e i Paesi nel mondo che coltivano questi valori e le politiche per realizzare questi valori”.

Expo: firmato dai governatori il protocollo di collaborazione tra Piemonte e Lombardia

17 Luglio 2012 ·

Il turismo, l’alimentazione e le infrastrutture al centro della collaborazione e della promozione congiunta

I governatori di Piemonte e Lombardia, Roberto Cota e Roberto Formigoni, hanno sottoscritto il 13 luglio a Torino il primo protocollo di collaborazione interregionale per Expo 2015, a cui seguiranno accordi tra Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna.  L’accordo sarà incentrato sulla promozione delle eccellenze territoriali, da realizzare attraverso una cabina di regia comune e attraverso il rafforzamento dell’offerta turistica e di trasporto. Per quest’ultimo si prevede un’integrazione dei diversi mezzi (treni ad alta velocità e trasporto aereo) anche a livello di tariffe e biglietti, mentre per le imprese turistiche e il sistema alberghiero è in programma un piano generale di supporto, anche attraverso scambi organizzativi tra fiere e musei e nuovi pacchetti viaggio dedicati in particolare alle aree lacustri, alle testimonianze storico-architettoniche della Storia delle due regioni (ville storiche, castelli, residenze sabaude e viscontee) e alle aree di eccellenza agroalimentare (sia per la produzione che per la ricerca universitaria legata a energia, veterinaria, zootecnia e biotecnologie) poste in particolare al confine tra le regioni e lungo il bacino del Po.

“Invest in Lombardy”: rilanciare Milano come destinazione business

10 Luglio 2012 ·

Al via un programma di promozione  e sostegno agli investimenti stranieri nel nostro territorio

Viene presentato oggi  10 luglio a Milano, presso Palazzo Turati, il progetto “Invest in Lombardy”, curato da Unioncamere Lombardia, Camere di Commercio lombarde e Promos, con il supporto di Regione Lombardia. L’iniziativa nasce da una doppia consapevolezza: gli investimenti esteri rivestono un’importanza sempre maggiore per il rilancio dell’economia italiana, e dalla Lombardia passa  oltre il 70% dei capitali stranieri diretti poi nel resto del nostro Paese. Per questo l’iniziativa si propone di trasformare  Milano in una destinazione business competitiva con le altre capitali europee, attraverso l’identificazione dei vantaggi competitivi del territorio e la creazione di partnership tra istituzioni e privati che sostengano collaborazioni tra le realtà professionali lombarde e i potenziali investitori stranieri, con generali ricadute positive su occupazione e produzione industriale e di servizi. Tutte le informazioni e il programma completo sono disponibili all’indirizzo www.regionelombardia.it. (Fonti: Adnkronos, Regione Lombardia)

Debutta Mhdays.com, prima fiera virtuale della Lombardia

18 Ottobre 2011 ·

È stata presentata il 13 ottobre con una conferenza a Palazzo Isimbardi a Milano la fiera virtuale Mhdays che si svolgerà online dal 23 al 25 novembre e che coinvolgerà Milano e molte province lombarde. Un evento fieristico b2b e b2c innovativo ed efficace dedicato agli operatori e alle community del nuovo turismo.

 

Dal 23 al 25 novembre si svolgerà online Mhdays.com, la prima fiera virtuale di Milano e delle province lombarde. La fiera, realizzata grazie al sostegno del Ministero del Turismo, dell’Enit, della Regione Lombardia, della Provincia e del Comune di Milano e altre istituzioni locali, utilizzerà una piattaforma tecnologica che permette la realizzazione di fiere in 3D sul web sarà aperta a tutte le strutture del comparto ricettivo, agenzie e tour operator locali, agenzie di promozione turistica, villaggi turistici, spa e terme, ristoranti di fascia alta e società di gestione eventi che intendono promuoversi a livello mondiale, nonché buyer  e media. Grazie all’utilizzo di strumenti di marketing tecnologico, video conferenze in streaming, chat e collegamenti Skype, la modalità di partecipazione sarà semplicissima: basterà avere un computer o uno smartphone ed sarà possibile configurare il proprio avatar o il proprio stand, inoltre tutte le attività saranno tracciabili su file che resteranno a disposizione, sicuri ed archiviati nel proprio profilo.
Sfruttando queste opportunità, quindi, sarà possibile organizzare una fiera abbattendo il 90% dei costi rispetto a quelli di una fiera reale, inoltre seller e buyer provenienti da Americhe, Europa, Far East e Italia potranno incontrarsi virtualmente con gli operatori dell’offerta turistica lombarda e fornitori di servizi collegati e inoltre potranno aver accesso a un’interessante serie di eventi complementari organizzati in questi tre giorni come workshop, lab, convegni, momenti di aggiornamento e formazione.
Secondo l’Assessore al Turismo della Provincia di Milano Stefano Bolognini, Mhdays rappresenta “un’importante occasione per promuovere i sistemi turisti lombardi e la competitività delle nostre imprese turistiche”, inoltre costituisce un punto di partenza strategico per la città di Milano e per la Lombardia verso Expo2015.