Alpitec China e Ispo Beijing: numeri record a Pechino

6 marzo 2013 ·

Ancora un successo per Fiera Bolzano, che anche nel 2013 ha promosso per il suo evento ALPITEC (Fiera internazionale specializzata per la tecnologia alpina ed invernale) una collaborazione e uno sguardo di valore rivolti al mercato orientale. Dal 27 febbraio al 2 marzo si sono infatte tenute a Pechino le due fiere associate Alpitec China 2013 e Ispo Beijing 2013 2013 (salone internazionale specializzato per sport, moda e marchi lifestyle in Asia). Le due fiere hanno fatto registrare e 28.000 visitatori, con una crescita record del 15% rispetto allo scorso anno; 57 sono state le aziende presenti al salone Alpitec China. La manifestazione è stata accompagnata dal congresso internazionale Asia Pacific Snow Conference, al quale hanno partecipato oltre 100 operatori che hanno colto in pieno  l’opportunità di informarsi sullo sviluppo del mercato cinese, sulle principali tematiche riguardanti gli investimenti e il management delle località turistiche e sulle principali novità in merito alla tecnologia invernale. Sul tema del mercato cinese è intervenuto anche Paul Bojarski, presidente di Beijing LTD, che ha affermato: “Possiamo ipotizzare che in 25 – 30 anni il numero di sciatori locali, ad esempio per le zone di Beijing/Hebei possa aumentare a ca. 4 milioni di sciatori e che ci siano ca. 60 milioni di sciatori al giorno. Inoltre stiamo lavorando su 7 ski resort che avranno molte più possibilità di fare profitto rispetto a quelli esistenti, e la possibilità di ospitare le Olimpiadi invernali in Cina potrebbe essere di spinta propulsiva”,

Alpitec China e ISPO Beijing torneranno ancora insieme dal 19 al 22 febbraio 2014.

 (Fonte e info: www.alpitec.cn)

FieraBolzano: Prowinter presenta “Stricker visions 2013”

20 febbraio 2013 ·

Il ricordo di Erwin Stricker nella giornata inaugurale di Prowinter 2013, mercoledi 17 aprile

L’edizione 2013 di Prowinter, il salone internazionale dedicato da FieraBolzano agli sport invernali, è in programma dal 17 al 19 aprile 2013 e avrà tra i suoi appuntamenti clou la seconda edizione di “Stricker Visions”, evento dedicato al ricordo e all’eredità di Erwin Stricker, il campione di sci alpino scomparso nel 2010. “Stricker Visions” è in programma nella giornata inaugurale del salone presso la Sala Elena Walch del Centro Congressi Hotel Four Points by Sherato/Fiera Bolzano, ed è  una vera e propria ‘Fabbrica del futuro’, alimentata da esperti conoscitori del settore, nuovi concept e idee innovative rivolta non solo al mondo della neve ma a un pubblico proveniente da molteplici settori. “It’s showtime” è lo slogan scelto per “Stricker Visions 2013” e riprende la spettacolarità dello stile sportivo di Stricker, affiancandola al tema dell’organizzazione di eventi e al rilancio del sistema sportivo legato allo sci in Italia. Nell’ambito dell’iniziativa due esperti internazionali della nuova generazione di event manager parleranno della loro passione nel promuovere lo sci: si tratta di Georg Spazier, head of Communication & Marketing dei Giochi olimpici giovanili di Innsbruck 2012, e Andy Varallo, vicepresidente Dolomiti Superski, vice-direttore Coppa del Mondo di Sci Alta Badia. L’evento è completato dall’assegnazione del “Geierschnabel Award”, che prende il nome dallo sci da slalom con punta a uncino inventato da Stricker e che premia le personalità più attive nella promozione della cultura dello sport invernaleNel 2012 il vincitore è stato Michael Seeber, presidente di Gruppo Leitner.

(Fonte: Prowinter/Fierabolzano)

Federalberghi: gennaio 2013, mercato ancora in difficoltà

12 febbraio 2013 ·

Male anche gli arrivi dall’estero. Bocca: intervenire subito

Non inizia bene il 2013 del turismo italiano, secondo l’indagine mensile di Federalberghi, con una caduta che nel mese di Gennaio ha toccato anche il punto di forza principale del settore, ovvero gli arrivi dall’estero. Questo il commento di Bernabò Bocca, presidente della Federazione: “Il 2013, turisticamente parlando, parte in modo estremamente preoccupante per uno dei pochi settori economici che nonostante tutto continua a produrre giro d’affari ed occupazione”.

 Continua Bocca: “Al crollo delle presenze alberghiere registrate dagli italiani (rispetto al gennaio 2012), pari ad un -9,6%, che rispecchia chiaramente la crisi dei consumi delle famiglie, si assomma una lieve flessione delle presenze alberghiere degli stranieri pari all’1,1%. Anche sul fronte dei nostri collaboratori si evidenzia un dato in caduta libera del -5,4% a gennaio (rispetto al gennaio 2012), con una flessione del 4,5% per i lavoratori a tempo indeterminato ed una debàcle del -7,0% per i lavoratori a tempo determinato.

 Conclude con durezza Bocca: ““Mai si era registrato un inizio d’anno così negativo, che impone subito a tutte le forze politiche in corsa per le imminenti elezioni una seria riflessione e l’indicazione, in maniera più puntuale nei reciproci programmi, di quali misure andranno ad adottare una volta dovessero essere chiamate alla guida del Paese. Da parte nostra riteniamo che le priorità riguardino il varo di iniziative promozionali per garantire maggiori flussi turistici, corsie preferenziali di credito per assicurare quella liquidità indispensabile allo svolgimento dell’attività imprenditoriale e misure specifiche sul mercato del lavoro. Il tutto sotto il coordinamento di un Ministero del Turismo con portafogli”.

(Fonte: Federalberghi)

ISNART: pessimismo tra gli operatori italiani per l’inverno 2012. Prezzi in calo?

19 novembre 2012 ·

Si prospetta un nuovo inverno difficile per il turismo italiano secondo ISNART, l’ Istituto Nazionale di Ricerche sul Turismo del sistema delle Camere di Commercio italiane. Una nuova indagine condotta dall’Istituto rileva infatti prospettive al ribasso da parte degli operatori di settore riguardo all’ormai imminente stagione turistica invernale. Solo il 9,5% degli intervistati si aspetta ad esempio una crescita in termini di presenze, contro un 27% di operatori che prospettano numeri in ribasso; percentuali simili anche per il fatturato, che sarà in calo secondo il 66% del campione mentre solo il 6,3% parla di possibili miglioramenti.  Percentuali simili anche per la domanda interna: il 66% ritiene che l’inverno 2012-2013 vedrà una forte riduzione di essa, contro un 4,6% di intervistati che si aspettano miglioramenti. Infine, il 40% dei partecipanti al sondaggio prevede un calo della domanda dei turisti con capacità di spesa limitata o media e il 32% un ribasso per i turisti con capacità di spesa alta. Il presidente di Isnart  Maurizio Maddaloni commenta così questi dati: “Come osservato anche relativamente alle aspettative per la stagione estiva, il fatto che le previsioni sull’andamento del  fatturato siano persino peggiori di quelle relative alla dinamica di arrivi e presenze implica che gli operatori ritengano probabile una certa riduzione dei prezzi di vendita quale leva fondamentale per contenere almeno in parte la forte contrazione della domanda”.

Sci: a Selvino nel 2014 due piste interrate

28 giugno 2011 ·

Arriva anche in italia lo “skidome”, l’impianto di sci interrato, interamente al coperto, lanciato nello scorso decennio a Dubai e sbarcato da qualche anno in Europa. Un progetto che si propone di rilanciare anche l’hotellerie invernale, da tempo in difficoltà in Italia nonostante il ritorno della neve negli ultimi 3 anni, ma anche lo sci, penalizzato dalla recente esclusione del Sestriere dal circuito delle gare di Coppa del Mondo. La location scelta è Selvino, nelle alpi bergamasche: un luogo scelto anche per la sua posizione strategica, a 30 minuti dall’aeroporto di Orio al Serio.  Il progetto nasce da un accordo tra Regione Lombardia e la società trentina Neveland, e prevede due piste semiparallele di 600 metri con un dislivello di 130 metri, alberghi, aree ristorazione e strutture di allenamento e di gara per professionisti e dilettanti, il tutto controllato da un impianto di refrigerazione interna ad alto risparmio energetico.