Federviaggio contro l’aumento delle tasse aeroportuali

20 febbraio 2013 ·

Patané: “reindirizzare i ricavi sul rafforzamento del settore”

Luca Patané, presidente di Federviaggio (nella foto), si è espresso contro l’aumento delle tasse aeroportuali recentemente stabilito dal governo.  L’associazione prende come riferimento un’indagine condotta in collaborazione con Assaereo che evidenzia come nel solo scalo di Fiumicino l’aumento sia stato di 8 euro a passeggero per i voli a medio raggio e di 11 euro a passeggero per i voli a lungo raggio, portando le spese aeroportuali dello scalo a 4 mila euro per la prima tipologia di viaggio e a 7 mila per la seconda.  Secondo Patané si tratta di “incrementi molto ingenti e che se non regolati in maniera opportuna rischiano di diventare solo un ulteriore peso a carico del viaggiatore. I ricavi ottenuti da questo introito dovrebbero tradursi in investimenti per incrementare la capacità di un determinato scalo e per migliorarne i servizi. Il rischio invece è che rappresentino un serio danno per una componente fondamentale del business turistico e per la competitività dell’offerta turistica italiana rispetto agli altri Paesi. Già oggi, infatti, al tema del peso economico di queste forme di tassazione occulta su ogni passaggio produttivo del servizio turistico, si unisce quello della non chiara destinazione a fini turistici del gettito che ne consegue. È la conseguenza della frammentazione delle competenze e di una visione non economica del turismo che non è più accettabile”.

Federviaggio: Luca Patané è il nuovo presidente

6 marzo 2012 ·

Nominati anche i vicepresidenti e il nuovo Comitato Direttivo dell’Associazione

L’assemblea dei Soci di Federviaggio, tenutasi ieri 5 marzo a Milano, ha eletto il nuovo presidente e il nuovo Comitato Direttivo dell’Associazione. Alla presidenza di Federviaggio è stato nominato Luca Patané (presidente di Uvet American Express e Itn), mentre Fabio Lazzerini (Amadeus Italia) e Graziella Jenna (Press Tours) sono stati eletti Vicepresidenti. Del nuovo Comitato Direttivo fanno parte Corrado Munarin (Condor Viaggi), Annalisa Raia (LBS) ed Eliseo Rusconi (Rusconi Viaggi). Inoltre l’Assemblea ha approvato come nuove linee guida dell’attività per il 2012 un allargamento della base associativa e sinergie con le altre associazioni interne a Confcommercio.Il neopresidente Patané ha sottolineato nel suo primo commento l’importanza di quest’ottica di integrazione di servizi turistici: “Sono sempre più convinto che la formula di associazione di filiera che contraddistingue Federviaggio sia la più valida e per questo motivo mi sono messo volentieri a disposizione per fornire tutto il mio contributo al raggiungimento degli obiettivi che i Soci hanno individuato come prioritari in Assemblea”.

(Fonti: TTG, Federviaggio)

Torna alla home e consulta altre news

Divergenze tra le associazioni di categoria sull’aumento dell’Iva

22 novembre 2011 ·

Fiavet e Assotravel, nella persona dei loro presidenti Cinzia Renzi e Andrea Giannetti, hanno espresso posizioni divergenti sui possibili effetti del rialzo dell’aliquota Iva. Le paure di ripercussioni sulle agenzie di viaggi e sul comparto nel suo insieme sono in parte sminuite da Renzi, che commenta: “Al momento non ci risultano rincari dovuti all’aumento dell’Iva, ma questo non esclude che, nelle prossime programmazioni, si possano verificare adeguamenti delle tariffe”. Secondo Giannetti, invece, la marginalità è scesa dell’ 1%, una cifra pari all’aumento dell’aliquota Iva. Anche Federviaggio lancia un allarme sulla stima del contributo versato all’Erario dalle aziende turistiche: secondo i calcoli dell’associazione, infatti, il gettito globale del settore sarebbe di 8 mila euro l’anno per ogni impresa. 

(Fonte: TTG)

Indagine Tradelab 1 – Italia e turismo organizzato, in estate calo del 16% della domanda

11 ottobre 2011 ·

Federviaggio e Fiavet hanno presentato oggi a Rimini l’indagine realizzata da Tradelab per la definizione dell’andamento dell’ultima stagione turistica. L’osservatorio ha preso in esame, nel periodo gennaio-agosto 2011, un campione di aziende associate attive nel tour operating nazionale, di dimensioni diverse e con un mix eterogeneo di destinazioni programmate. L’analisi ha messo in evidenza che nel periodo preso in considerazione, il settore ha registrato una diminuzione del 16% della domanda di viaggi organizzati e del 13% di fatturato, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In particolare, l’estate 2011 ha fatto registrare un calo del 21% dei viaggiatori e del 17% del fatturato, con una performance particolarmente negativa ad agosto. Registrato tuttavia un incremento della spesa media del viaggiatore, dovuto alla marcata contrazione dei consumi della fascia economicamente più debole della popolazione. (Fonte: Il Giornale del Turismo)