Franchigie estive: bloccati gli scioperi nei trasporti ad agosto

1 Agosto 2012 ·

Pubblicata la tabella con i periodi di garanzia per la fase centrale del 2012

La Commissione di Garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali ha pubblicato all’indirizzo http://www.cgsse.it/avvisi.jsp un prospetto riepilogativo delle franchigie per l’estate 2012.  Per i trasporti si prospetta un mese relativamente tranquillo, dal momento che nei settori del trasporto e della sicurezza stradale non potranno essere effettuati scioperi tra il 27 luglio e l’inizio di settembre: nello specifico, saranno bloccati fino al 3 settembre gli scioperi nel  trasporto ferroviario e marittimo F.S. e nella sicurezza stradale e fino al 5 settembre quelli relativi a  trasporto aereo, trasporto marittimo Tirrenia e trasporto pubblico locale. Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale e i taxi invece i periodi di garanzia stabiliti vanno dal 28 luglio al 3 agosto, dal 10 al 20 agosto e dal 28 agosto al 5 settembre, mentre per il trasporto merci non potranno essere organizzati scioperi dal 10 al 20 agosto.

Federalberghi e Amadeus Italia: previsioni stabili per l’estate 2012

26 Giugno 2012 ·

Pronta una nuova indagine: gli italiani continuano a preferire il turismo interno

 

Un quadro sostanzialmente stabile ma senza grandi sviluppi rispetto al 2011, nonostante l’aggravarsi della crisi economica ed eventi di grande impatto sociale ed economico come il sisma in Emilia. Questo il quadro dell’indagine previsionale sul turismo nell’estate 2012 che Federalberghi e Amadeus Italia, leader nella distribuzione e nella fornitura di tecnologie avanzate per l’industria globale dei viaggi e del turismo, hanno svolto dal 14 al 18 giugno in collaborazione con ACS Marketing Solutions. Dalle interviste  a un campione di 1.205 maggiorenni emergono soprattutto due tendenze: il 70% degli intervistati adotterà le stesse modalità di vacanza del 2011, il 19% dichiara che ne farà di meno e solo l’8% afferma che ne farà di più. Cresce inoltre la preferenza per il turismo interno (79% contro il 67% del 2011, mentre l’estero sarà scelto dal 15% contro il 19% dello scorso anno). Ad andare in vacanza saranno 27,8 milioni di persone, corrispondenti al 46,1% della popolazione italiana.  “I dati emersi dall’Osservatorio, rispecchiano in modo puntuale la delicata situazione economica che gli italiani stanno affrontando – commentano Bernabò Bocca, Presidente di Federalberghi e Fabio Maria Lazzerini, Amministratore Delegato e Direttore Generale Amadeus Italia- e che inevitabilmente si riflette sulle abitudini vacanziere. La contrazione della domanda turistica per questa estate e la tendenza degli italiani a  rimanere in Italia, potrebbe essere un’opportunità per gli operatori di sviluppare sinergie, facendo sistema e proponendo un’offerta innovativa e personalizzata, attraverso l’impiego delle tecnologie, in grado di rivoluzionare l’esperienza del viaggiatore in fase di pianificazione, prenotazione e fruizione del viaggio”. Tra i risultati più interessanti dell’indagine infatti anche il ruolo importante dei giovani, sia come quantità (nella fascia 18-24 anni ben il 64% si recherà in vacanza, in quella 25-44 anni il 50%)  sia per i nuovi metodi prenotazioni citati da Lazzerini, grazie al ruolo sempre maggiore giocato dalle prenotazioni via web. (Fonte: Federalberghi)

Indagine Federalberghi sull’estate 2011: dati in equilibrio. Il commento di Bocca

27 Luglio 2011 ·

Sono stati diffusi i dati completi sulle previsioni turistiche per l’estate 2011 raccolti nell’indagine svolta la scorsa settimana da Federalberghi.  Commentando i dati, il presidente della Federazione e degli albergatori italiani Bernabò Bocca auspica “scelte indispensabili per rafforzare quei risultati che il mercato sta già producendo”, in particolare l’istituzione del Ministero del Turismo con portafoglio e il supporto delle ambasciate e dei consolati all’estero alle attività delle Delegazioni Enit. Bocca dichiara inoltre che è “necessario rafforzare il sistema dei Buoni Vacanza Italia finanziandoli maggiormente per consentire sempre più alle famiglie meno abbienti di godere almeno di un periodo di ferie nel corso dell’anno”.  I dati sembrano segnare un sostanziale bilanciamento tra crescite e cali: nonostante l’aumento (+7%) dei viaggi verso le capitali europee, le vacanze all’estero dei nostri concittadini conoscono un calo dal 27% al 21%, mentre gli italiani che scelgono di trascorrere le ferie nel nostro paese passano dal 70% al 78%. La spesa media dei turisti italiani si riduce nell’insieme (776 euro rispetto ai 784 del 2010) ma rimane stabile quando si sceglie il continente europeo (1052 euro rispetto ai 1065 dello scorso anno). Infine si abbassa leggermente (-0,5%) anche la percentuale di intervistati che non andrà in vacanza (41,9%).

Camera di Commercio: sempre più solido il turismo estivo in Lombardia

27 Luglio 2011 ·

Un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano su dati Unioncamere Isnart fornisce dati incoraggianti per il turismo estivo in Lombardia. La regione, con l’8,4% delle preferenze si colloca al terzo posto come meta preferita, a ridosso dell’Emilia Romagna (8,5%) mentre al primo posto rimane la Toscana, con il suo 11,1%. Il giro d’affari generato è di 1 miliardo e 75 milioni di euro, garantito da oltre 600.000 presenze in luglio e 900.000 in agosto. Notevole però lo scarto (132 euro) tra il costo medio della vacanza in luglio e quello del mese di agosto, anche se il viaggio è ormai distribuito lungo tutta la stagione estiva; inoltre Il lago (39,6%) continua a essere preferito alla montagna (28,6%). Per quanto riguarda i viaggi all’estero, la Grecia continua ad essere la meta turistica principale, mentre sono in calo i viaggi di nozze e quelli di lusso, con una spesa media che non supera i 1500 euro a persona. “Per le vacanze i milanesi scelgono in prevalenza mete italiane o capitali europee rimanendo nella tradizione e contenendo i costi grazie anche all’assistenza personalizzata in agenzia”, dichiara Luigi Maderna, presidente di Fiavet Lombardia Milano.

Federalberghi: presenze in salita a giugno, buon inizio per l’estate 2011

19 Luglio 2011 ·

Forte crescita delle presenze negli hotel italiani a giugno. Il monitoraggio mensile svolto da Federalberghi  fa infatti registrare un +8,7%  rispetto a giugno 2010. Una crescita così commentata da Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi: “L’andamento del turismo alberghiero italiano a giugno di quest’anno, rispetto allo stesso periodo del 2010, fa segnare uno straordinario risultato, e l’incremento dell’8,7% di pernottamenti registrati in tutta Italia tra italiani e stranieri rappresenta un record che da anni non registravamo. L’augurio è che sia il miglior viatico per l’intera stagione estiva”. I dati del 2011 continuano però a registrare un’alternanza tra mesi in crescita e bruschi cali: a maggio la rilevazione aveva fatto segnare un -5,1% di presenze. Nel complesso tuttavia i primi sei mesi dell’anno segnano una crescita del 2% nelle presenze rispetto allo scorso anno.