Venezia: ok da ENAC per la costruzione della Torre Cardin

13 Novembre 2012 ·

In una nota l’ Ente dell’Aviazione Civile ha ufficializzato il suo via libera in deroga alla costruzione del Palais Lumière, il complesso composto da tre torri che il noto stilista Pierre Cardin vuole costruire nell’ex area industriale di Porto Marghera (VE). Il progetto del grattacielo aveva sollevato nei mesi scorsi ampie discussioni per via dell’altezza record prevista (255 metri per 66 piani) e dei conseguenti possibili rischi dovuti alla vicinanza con il locale aeroporto Marco Polo/Tessera (a sua volta in via di espansione, con la costruzione di una nuova pista in programma per i prossimi anni). L’autorizzazione di ENAC è dunque una deroga al limite di 145 metri d’altezza previsto per le costruzioni nell’area attorno all’aeroporto: gli esperti che hanno esaminato il dossier hanno ritenuto tuttavia che il grattacielo, destinato ad essere l’unica costruzione nella zona a raggiungere simili altezze, non comporti pericoli specifici o la necessità di modificare le rotte degli aerei. Soddisfatti il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni (nella foto) e il presidente del Veneto Luca Zaia, che hanno anche sottolineato l’importanza della costruzione e delle opere complementari (in particolare nuove vie di trasporto tra Venezia e Marghera) per la riqualificazione anche turistica di Porto Marghera e l’occupazione nella zona. I lavori dovrebbero partire nel prossimo febbraio per un costo complessivo di circa 2 miliardi e mezzo di euro.

ENAC approva il nuovo Regolamento delle Tariffe

19 Marzo 2012 ·

Pronto all’esame del governo anche il nuovo Piano Nazionale degli Aeroporti

Il Consiglio di Amministrazione di ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile), tenutosi giovedi 15 marzo, ha deliberato il nuovo Regolamento delle Tariffe relative ai servizi aeroportuali e alle altre attività di ENAC, che sarà inviato per approvazione al Ministero vigilante per l’approvazione di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze. Tra gli altri temi discussi nella seduta dell’Ente guidato dal presidente Vito Riggio, la presentazione della proposta relativa al nuovo Piano Nazionale degli Aeroporti, che sarà sottoposto nelle prossime settimane al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Corrado Passera, e i contratti di programma con le società aeroportuali: in particolare per quanto riguarda il contratto di programma con Aeroporti di Roma si è deciso di rimettere a un confronto con il Ministero dei Trasporti la richiesta della società di un ristoro di 400 milioni di euro relativo ai mancati aumenti tariffari nel periodo 2001-2010.

(Fonti: Enac, AGI)

Torna alla home e consulta altre news

Trasporti: arrivano i body scanner negli aeroporti italiani?

14 Febbraio 2012 ·

Dal mese di marzo saranno installati a Fiumicino, Malpensa e Venezia, ma si attende l’ok del governo

L’Enac e il Comitato interministeriale per la sicurezza del trasporto aereo e degli aeroporti hanno annunciato la conclusione della sperimentazione (iniziata nel 2010) e l’imminente adozione dei body scanner nei principali aeroporti italiani, se il governo darà l’autorizzazione all’iniziativa. I “security scanner” a onde millimetriche saranno installati a partire da marzo negli aeroporti di Roma Fiumicino, Milano Malpensa e Venezia, sostituiranno le perquisizioni manuali (ma non il controllo con metal detector) e copriranno i collegamenti con le tratte a maggior rischio terrorismo, vale a dire Israele e gli USA. Enac afferma inoltre in una nota informativa: “tutti i security scanner che verranno usati nel nostro Paese non presentano alcuna controindicazione per la salute, né per i passeggeri né per gli addetti alle macchine”.

Accordo Enit-Enac per sviluppare gli scali minori

11 Ottobre 2011 ·

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile e l’ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo hanno siglato una Convenzione finalizzata ad attività di promozione e comunicazione per il rilancio degli aeroporti minori: “il rilancio dei territori”, commenta il presidente dell’Enit Matteo Marzotto, “è stato spesso trainato proprio dagli aeroporti locali”, per cui,  a favore dell’industria turistica un sistema articolato di aeroporti appare assolutamente fondamentale.

Enit e Enac partner per lo sviluppo degli aeroporti minori nei circuiti internazionali. I due enti hanno siglato una convenzione per l’attività di promozione e comunicazione, con l’obiettivo di dare impulso ai flussi turistici di aviazione generale provenienti anche dall’estero. Tra i punti salienti della convenzione, la diffusione di materiale informativo all’estero; la realizzazione di campagne internazionali per far conoscere la rete di aeroporti minori italiani, di avio e elisuperfici; la realizzazione di eventi e workshop tematici. L’Enac, per il triennio 2010-2012, ha predisposto un investimento di 33 milioni di euro. “Per l’industria turistica un sistema articolato di aeroporti è fondamentale – commenta il presidente dell’Enit, Matteo Marzotto -: il rilancio di territori è stato spesso trainato proprio dagli aeroporti locali. Il trasporto aereo in generale è decisivo da sempre per il Paese perché permette l’accesso diretto all’Italia dei flussi turistici, in particolare per ciò che riguarda i nuovi grandi mercati”. (Fonte: TTG)