Trenitalia: prenotazioni e servizi ferroviari anche nelle agenzie europee

12 Febbraio 2013 ·

Firmato l’accordo con ECTAA, l’associazione europea degli operatori turistici

 Trenitalia ed ECTAA, l’associazione europea degli agenti di viaggio e dei tour operator, hanno raggiunto un accordo di collaborazione grazie al quale i servizi ferroviari di Trenitalia saranno distribuiti e promossi in tutte le strutture di tour operating europeo.  L’accordo permetterà di attivare un meccanismo di prenotazione ticketless grazie a cui l’agente, ricevuta via mail la conferma di prenotazione, potrà stamparla direttamente in agenzia o ritrasmetterla al cliente. Anche le operazioni successive alla vendita, come ad esempio il cambio di prenotazione, potranno essere svolte. L’accordo è stato così commentato dal presidente di ECTAA, Boris Zgomba (nella foto): “Trenitalia è la prima azienda ferroviaria a ricercare un’alleanza strategica con agenti di viaggio e tour operator a livello europeo. La possibilità di espandere la distribuzione dei servizi ferroviari attraverso queste figure aiuterà ad attrarre nuovi clienti all’estero e a controllare i costi della distribuzione sui mercati esteri. Questa è una win-win partnership”. ECTAA (European Travel Agents’ and Tour Operators’ Association) è nata in Germania nel 1961 e raccoglie le associazioni nazionali degli agenti di viaggio e dei tour operator di 29 paesi europei, 25 dei quali comunitari.

 (Fonte: ECTAA)

Diritti aeroportuali negli scali spagnoli, Fiavet: “no alla richiesta di supplementi”

17 Luglio 2012 ·

La Federazione annuncia iniziative legali contro gli addebiti automatici sulle carte di credito

In una nota stampa Fiavet, la Federazione delle agenzie di viaggio e dei tour operator italiani, ha preso le distanze e ha annunciato iniziative legali, oltre a un ricorso presso ECTAA (l’Associazione Europea di Agenti di Viaggio e Tour operator) nei confronti di alcune compagnie aeree che in seguito all’ aumento dei diritti aeroportuali negli scali spagnoli intendono riscuotere supplementi sui biglietti aerei già acquistati dal 1° luglio in avanti. “Contestiamo in particolare l’arbitrario utilizzo della carta di credito stabilito da alcuni vettori, che prevedono l’addebito automatico dei supplementi sulla carta di credito che ha effettuato la transazione, anche se questa risulta essere una carta aziendale” – ha dichiarato Massimo Caravita, Vice Presidente Fiavet e titolare della Delega ai Trasporti, che aggiunge: “il rapporto di intermediazione nella vendita della biglietteria aerea e, di conseguenza, il rapporto di mandato tra l’Agenzia di Viaggio e il passeggero, cessa al momento dell’emissione del biglietto. Ne deriva che ogni eventuale ulteriore autorizzazione per l’utilizzo delle carte di credito aziendali deve essere nuovamente concesso”. (Fonte: Fiavet)