La Settimana del baratto: dormire in B&B in cambio di..

25 Ottobre 2011 ·

Dopo il successo degli anni scorsi torna, dal 14 al 20 novembre 2011, la Settimana del Baratto: i bed and breakfast affiliati al portale www.bed-and-breakfast.it che aderiranno all’iniziativa baratteranno il soggiorno in cambio di beni o servizi ritornando all’originario valore dell’ospitalità.

Tre anni fa è iniziato l’esperimento della Settimana del Baratto, in programma anche quest’anno dal 14 al 20 Novembre nelle strutture affiliate al sito www.bedandbreakfast.it.  L’iniziativa consiste nella possibilità di barattare il proprio soggiorno in cambio di beni o servizi, lasciando da parte il valore del denaro, per condividere qualcosa di molto diverso e privilegiando l’aspetto umano dell’ospitalità. Durante la settimana sarà possibile  barattare qualsiasi cosa (nei limiti del ragionevole): le opportunità di condivisione e scambio possono essere infinite, dalle lezioni private alla realizzazione siti internet, dal giardinaggio alla manutenzione dell’impianto elettrico. I numeri che provengono dalla rete fanno annunciare un successo sicuro: i fan della pagina Facebook, infatti, sono già oltre 40 mila e gli accessi al sito  arrivano a sfiorare i 100 mila utenti.
I contatti e le proposte di scambio tra gestori e ospiti avvengono sia all’interno del sito sia attraverso la pagina di Facebook dove i fan dell’evento danno spazio alla fantasia: maggior parte delle proposte riguardano lo scambio di ospitalità fra gestori mentre spopolano i baratti riguardanti servizi di manutenzione in casa. L’inizaitiva comunque piace ai gestori, tanto che c’è chi ha cominciato a proporre il baratto o accettarlo anche in altri periodi dell’anno: 300 strutture, infatti, si sono totalmente “convertite” al baratto e lo praticano tutto l’anno.

In crescita il comparto ricettivo in Italia

13 Settembre 2011 ·

Il settore alberghiero ed extra-alberghiero  nel nostro Paese è in crescita, lo dicono gli ultimi dati Istat.A dispetto della crisi economica la domanda turistica appare in aumento: questo è un importante dato per dare stimolo ai nuovi investimenti. Anche il comparto complementare con agriturismi e bed and breakfast registra una buona crescita.

 

Secondo gli ultimi dati dell’indagine censuaria sulla capacità ricettiva condotta da Istat le strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere sono aumentate, nel 2010, del 3,4% raggiungendo quota 150.315, per un totale di oltre 4 milioni 600 mila posti letto (+2,1%). Il comparto alberghiero, dopo un lieve calo registrato nel 2009, è tornato, seppur lievemente, a crescere, sia in termini di numero di esercizi (33.999, +0,7%), che di letti (2.253.342, +1,1%). La creazione di nuovi posti letto, di pari passo con la nascita di nuove strutture alberghiere, è un segnale importante perché conferma che, nonostante la crisi economica in atto, la domanda turistica è in ascesa stimolando sempre nuovi investimenti.
Nel 2010 è cresciuto anche il comparto complementare: gli alloggi in affitto, in particolare, sono cresciuti del 2,6% con l’1,7% in più di posti letto, bene anche gli agriturismi e i bed and breakfast che aumentano sia in termini di imprese che di posti letto. (Fonte: ONT)