Arenaways: al via i “Trenhotel” notturni tra Nord e Sud Italia

4 Luglio 2012 ·

Il  10 e l’11 luglio le prime corse da Torino verso Reggio Calabria e Bari.

Sono stati ufficializzati gli orari e le date di partenza del nuovo servizio “Trenhotel” di Arenaways, la società di trasporto ferroviario privato fondata da Giuseppe Arena e recentemente acquisita da una cordata guidata dal calzaturificio Del Gatto di Porto S.Elpidio (FM).  Le due linee notturne offrono un collegamento tra Nord e Sud Italia comprensivo di carrozze con cabine singole o a due letti, doccia privata, ristorante, bar e mini-shop, oltre a spazi per persone a mobilità ridotta e animali domestici e al trasporto di biciclette, moto e auto (con carico e scarico auto nelle stazioni di Alessandria, Villa San Giovanni e Bari). I biglietti possono essere acquistati presso agenzie di viaggio convenzionate, biglietterie Trenitalia e siti web di  Arenaways e Trenitalia. Martedi 10 luglio alle ore 17.10 è la data fissata per il viaggio inaugurale tra Torino Porta Nuova e Reggio Calabria mentre l’11 luglio alle 21.45 partirà il primo collegamento da Torino per Bari. I collegamenti notturni sono a cadenza trisettimanale per entrambe le linee. La linea Torino-Reggio Calabria prevede viaggi  da Nord a Sud ogni martedì, venerdì e domenica; da Sud a Nord il lunedì, mercoledì e sabato. Il collegamento Torino-Bari è invece fissato per ogni mercoledi, venerdi e domenica verso il Sud e ogni lunedi, giovedi e sabato verso il Nord. Tutte le informazioni, le tariffe  e gli orari completi sono disponibili sul sito www.arenaways.com e presso il Call Center Arenaways (attivo dal lunedì al venerdì, ore 9:00‐19:00 al numero 0131‐319090). (Fonte: Arenaways)

Calzaturificio Del Gatto acquista Arenaways per 5 milioni di euro

3 Maggio 2012 ·

La compagnia ferroviaria privata, fallita nell’estate 2011, è pronta al rilancio

Grandi movimenti nel trasporto ferroviario italiano. Proprio nella settimana in cui parte ufficialmente il servizio sui treni privati ad alta velocità NTV voluti da Diego Della Valle e Luca di Montezemolo, arriva a sorpresa un nuovo proprietario per Arenaways, la compagnia ferroviaria privata fondata da Giuseppe Arena e che a agosto 2011 era stata dichiarata fallita dopo una serie di dure polemiche e accuse di concorrenza sleale nei confronti delle Ferrovie dello Stato. Il 17 aprile si è tenuta infatti l’ultima asta presso il Tribunale Fallimentare di Torino, e in questa sede ha prevalso l’offerta di Calzaturificio Del Gatto, gruppo del settore moda con sede a Porto S.Elpidio (FM), che ha acquistato la società per 5 milioni di euro. L’offerta ha superato di circa mezzo milione di euro quella della società valdostana Cape srl, che aveva a sua volta acquisito il 67% della società nello scorso dicembre. Giuseppe Arena dovrebbe rimanere amministratore delegato di Arenaways, che conta attualmente 60 dipendenti ed è pronta a riprendere il servizio già nel mese di maggio.

Torna alla home e consulta altre news

Ferrovie: Arenaways rinasce grazie a Cope

6 Dicembre 2011 ·

Nuovi soci per la compagnia di trasporto ferroviario privato guidata da Giuseppe Arena

Il giudice fallimentare del tribunale di Torino, Bruno Conca, ha autorizzato venerdi 2 dicembre la cessione di Arenaways a Cope srl, una nuova società formata da un gruppo di imprenditori valdostani insieme allo stesso fondatore Giuseppe Arena. In questo modo dovrebbe terminare l’esercizio provvisorio iniziato nello scorso luglio, quando l’imprenditore piemontese aveva portato in tribunale i libri contabili.  Arena ha commentato così l’operazione: “Sono soddisfatto, ora possiamo ripartire. Abbiamo riunito subito il consiglio dei soci per fare i primi passi. Al più presto inizieremo a lavorare al piano industriale, riprenderemo il discorso da dove si era interrotto”. Al momento il servizio di Arenaways è sospeso sulle tratte italiane (Milano-Torino e il “treno del mare” Santhià-Livorno”), mentre procedono regolarmente i collegamenti con Germania e Olanda curati dai soci stranieri di Arena. Secondo il curatore fallimentare, Leonardo Marta, il nuovo assetto societario permetterà di mantenere l’intero corpo aziendale di 60 dipendenti.