Poli.Design: in aprile il 5° ciclo di lezioni in lingua russa sull’HoReCa design

27 febbraio 2013 ·

Giovedi 14 marzo sarà presentato alla fiera “KIFF-Kief International Furniture Forum” di Kiev, capitale dell’Ucraina, il nuovo ciclo di corsi in lingua russa “Horeca Design – Hotel Restaurant Cafè, Ideare, progettare e arredare locali di entertainment innovativi” organizzato da POLI.design – Consorzio del Politecnico di Milano. Il corso, in programma a Milano dal 2 all’ 8 aprile 2013, è il quinto appuntamento del ciclo di corsi “HoReCa Design”, rivolti ad architetti, interior designer e progettisti residenti e attivi nelle nazioni di lingua russa. I corsi prevedono lezioni di docenti specializzati del Politecnico di Milano e di esperti affermati su un’ampia tipologia di tematiche, dalla progettazione al design degli interni, dai materiali alle tecnologie, alle analisi di marketing e di scenari di tendenza internazionali. Le lezioni in aula sono integrate da educational tour guidati dai docenti nei più innovativi hotel, locali e spazi retail di Milano.

All’incontro dedicato a “L’evoluzione dell’HoReCa – Hotel Restaurant Cafè” – Progettare il successo: il punto di vista del Design italiano”, che avrà luogo nell’ambito di KIFF, partecipano come relatori  Carlo Meo, Sociologo e docente corsi HoReCa Design di POLI.design, con l’intervento “Nuovi consumatori e nuovi spazi per l’HoReCa e il retail. Tendenze internazionali e case study”, Maurizio Favetta, architetto e responsabile Studio Kingsizearchitects che affronterà  il tema “L’evoluzione dell’interior design dell’hotel, tra Oriente e Occidente,” e Nicola R.Ticozzi, direttore Corsi Design Experience di POLI.design – Politecnico di Milano e Anna Kolomiyets,  Coordinatrice Workshop HoReCa Design in russo di POLI.design con l’analisi “Una panoramica delle tendenze del mondo dell’HoReCa in Italia e a Milano, Capitale del Design” e presenteranno al pubblico degli architetti, delle aziende e dei giornalisti ucraini i Corsi HoReCa Design 2013.

Tutti gli architetti selezionati da POLI.design per partecipare alla quinta edizione del Corsi HoReCa Design in lingua russa usufruiscono di una Borsa di Studio messa a disposizione dagli Sponsor Accademici Dornbracht, azienda tedesca produttrice di rubinetteria di alta gamma, Isa, leader nei sistemi di refrigerazione e arredo modulare per locali pubblici, e dal Partner Gruppo Tomasella, produttore di arredamento d’interni. I Corsi HoReCa Design hanno inoltre il supporto e la collaborazione di numerosi Partner Istituzionali: Università, manifestazioni fieristiche, riviste e portali specializzati, anche italiani, come le fiere I Saloni, Cersaie, i portali E-Interiors e Promote Design, le associazioni Italia-Russia, la Camera di Commercio Italo-Russa, la Fondazione Centro per lo sviluppo dei rapporti Italia-Russia e Ksarsi, e l’Ice (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane).

Per informazioni: http://www.polidesign.net/it/horeca_r; www.designexperience.ru

(Fonte info: Poli.design)

Presentato allo IULM il primo manuale italiano di progettazione alberghiera

21 giugno 2011 ·

Tiziano Aglieri Rinella, architetto e docente di Architettura di Interni all’Università IULM di Milano, ha presentato lo scorso 15 giugno presso l’ateneo di Via Bo il suo volume “Hotel Design. Fondamenti di progettazione alberghiera”, edito da Marsilio e realizzato in collaborazione con Planethotel.net. La presentazione del testo è stata scritta da Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi, con una prefazione e un saggio del prof. Alberto Abruzzese (preside della facoltà di Turismo) e del dottor Raffaello Zanini di Planethotel.net. “Hotel design” copre una grave carenza culturale e didattica nell’hotellerie italiana: è infatti il primo manuale di progettazione alberghiera mai edito in Italia, e si rivolge sia agli studenti di architettura e ingegneria  che ai professionisti, con un approccio integrato. L’assunto di Aglieri Rinella è che la funzione stessa dell’hotel sia cambiata nel tempo: se gli ospiti amano meno rispetto al passato “isolarsi” nelle loro stanze e cercano invece la frequentazione di hall e aree lounge, ciò offre grandi possibilità sperimentali a livello architettonico e di fornitura di servizi, descritte nel testo con una logica attenta sia ai fondamenti didattici dell’architettura che all’evoluzione del design e del terziario di oggi.