Pagamenti a 30 giorni per i beni alimentari: il no di AICA

22 Ottobre 2012 ·

Forti riserve da parte di AICA- Associazione Italiana Confindustria Alberghi sulla nuova regolamentazione per i contratti d’acquisto relativi ai prodotti alimentari. Giorgio Palmucci (nella foto), presidente dell’Associazione appena nata dalla fusione tra Confindustria AICA e Confindustria Alberghi, ha così commentato l’articolo 62 della legge 27/2012, che stabilisce termini inderogabili di pagamento a 30 giorni per i beni alimentari deperibili e a 60 giorni per gli altri:  “L’assoluta inderogabilità dei termini di pagamento inserisce un elemento di rigidità nella negoziazione particolarmente grave oggi nell’attuale contesto di forte crisi. Un vincolo così stretto non permette alle parti di trovare soluzioni condivise che possano rispondere alle effettive esigenze. Ulteriori complessità nascono poi dai contratti già in essere tanto più che ad oggi – con l’entrata in vigore al prossimo 24 ottobre – ancora non è disponibile il decreto attuativo. Sappiamo che il Ministro Catania ha dato disponibilità per l’incontro richiesto da Confindustria. L’auspicio è che avvenga al più presto e che, oltre ad uno slittamento dell’entrata in vigore, porti anche ad un ripensamento del provvedimento”.