Accordo Expo 2015-Fiera Milano: Tuttofood promuove l’Esposizione Universale

6 marzo 2013 ·

Expo 2015 S.p.A. e Fiera Milano hanno sottoscritto un accordo di grande importanza per l’organizzazione del programma espositivo dell’evento. L’accordo lega infatti le attività di Expo a Tuttofood, la manifestazione organizzata con cadenza biennale da Fiera Milano e dedicata alla filiera agroalimentare. Le prossime edizioni di Fiera Milano (2013 e 2015) contribuiranno dunque alla marcia di avvicinamento a Expo 2015 in diverse forme: in particolare all’interno di Tuttofood 2013 saranno presenti diversi spazi di presentazione dedicati a Expo, e sarà sempre Tuttofood a organizzare il convegno di apertura dell’Esposizione, intitolato “La sostenibilità nell’alimentazione”. In programma anche un concorso sui temi dell’uso sostenibile, della distribuzione e del riciclo delle risorse alimentari. Secondo Enrico Pazzali, AD di Fiera Milano Spa, “Le manifestazioni fieristiche sono storicamente occasioni di scambio economico, ma anche di incontro tra genti e popoli differenti. Per questo il nostro ruolo di organizzatori di eventi fieristici non può prescindere dal valore culturale e sociale della nostra attività. Lavorare fianco a fianco con ExpoMilano 2015 sarà per noi occasione privilegiata per potenziare ulteriormente la nostra sensibilità verso la dimensione umana degli scambi, valore indispensabile oggi, visto il forte orientamento all’internazionalizzazione in cui Fiera Milano è impegnata”.

(Fonte: Expo 2015)

Novità da Expo: raggiunta quota 120 paesi e firmato l’accordo con ANCI

7 febbraio 2013 ·

Ancora passi avanti per Expo 2015. Sono giunte infatti le adesioni di Giordania e Serbia che hanno permesso di portare a 120 il numero dei Paesi finora aderenti all’Esposizione Universale: appare quindi ormai a portata di mano l’obiettivo prefissato dei 130 Stati partecipanti all’evento.  Altra novità importante è poi il protocollo d’intesa e collaborazione firmato la scorsa settimana tra Expo 2015 S.p.A. e ANCI-Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, rappresentati rispettivamente dall’Amministratore Delegato Giuseppe Sala e dal Presidente Graziano Delrio (nella foto). L’accordo prevede un coinvolgimento diretto delle Amministrazioni locali e degli enti territoriali per la promozione nazionale ed estera di Expo. In particolare oggetto del programma di iniziative saranno le eccellenze e le identità culturali dei singoli territori italiani,che saranno al centro di presentazioni e incontri itineranti sia nel percorso di avvicinamento a Expo che durante i sei mesi di apertura del Padiglione Italia.

(Fonte info: Expo 2015)

Expo 2015 a quota 117 paesi. Aderiscono Niger, Laos, Zimbabwe e Malta

17 gennaio 2013 ·

Il Niger è il paese numero 117 ad annunciare l’adesione a Expo 2015, che è ormai prossimo al raggiungimento dell’obiettivo fissato dei 130 paesi partecipanti. Lo stato africano è il quarto paese ad aderire a Expo nel 2013, e la sua adesione all’evento segue di pochi giorni quella di di Laos,  Sovrano Ordine di Malta e Zimbabwe.  I paesi che hanno finora ufficializzato la loro presenza all’Esposizione Universale (a cui mancano poco più di 800 giorni)  sono in ordine cronologico: Svizzera, Montenegro, Azerbaijan, Turchia, Romania, San Marino, Egitto, Perù, Russia, Uruguay, Togo, Germania, Guatemala, Cambogia, Honduras, Mauritania, Slovenia, Principato di Monaco, Uzbekistan, Spagna, Albania, Israele, Kuwait, Colombia, Armenia, ONU, Siria, Iran, Gabon, Senegal, Seychelles, Sierra Leone, Mongolia, India, Georgia, Bolivia, Santa Lucia, Lettonia, Tunisia, Argentina, Lituania, Congo Brazzaville, Ucraina, Bielorussia, Kazakhstan, Sri Lanka, Mali, Algeria, Dominica, Belgio, Repubblica di Palau, Micronesia, Ecuador, Cina, Cile, Emirati Arabi Uniti, Mozambico, Bangladesh, Repubblica Dominicana, Moldova, Nepal, Qatar, Thailandia, Libano, Slovacchia, Tagikistan, Francia, Guinea Bissau, Oman, Corea del Sud, Kirghizistan, Pakistan, Italia, Vietnam, Saint Vincent e Grenadine, Haiti, Uganda, Giappone, Palestina, Austria, Arabia Saudita, Eritrea, Costa Rica, Guinea Conakry, Brunei, Repubblica di Panama, Benin, Yemen, CERN, Congo Kinshasa, Ungheria, Ghana, Gambia, Tanzania, Etiopia, Bulgaria, Indonesia, Vanuatu e Costa d’Avorio, Angola, Iraq, Malesia, Città del Vaticano, Afghanistan, Estonia, Myanmar, Cuba, El Salvador, Paraguay, Nigeria, Zimbabwe, Sovrano Ordine di Malta, Laos e Niger.

Expo tocca quota 111 paesi partecipanti. La Cina ha firmato il contratto di partecipazione

28 novembre 2012 ·

Sale a quota 111 il numero dei paesi partecipanti a Expo 2015. Tra le nuove adesioni spicca quella della Repubblica Popolare Cinese, che il 20 novembre  ha firmato il contratto di partecipazione a Expo 2015 e avrà a disposizione un padiglione da 4590 mq. Il contratto è stato sottoscritto a Roma, presso la Farnesina,  da Wang Jinzhen, Commissario Generale del Padiglione cinese, e da Giuseppe Sala, Amministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A. (nella foto),  che ha anche annunciato lo sviluppo di un “Progetto Cina” collegato a Expo e concepito per raggiungere l’obiettivo di un milione di visitatori cinesi durante il periodo di svolgimento di Expo.  Nuove adesioni sono arrivate inoltre nel mese di novembre dalla Turchia, dal Myanmar e da due paesi centroamericani (El Salvador e Cuba).  La scorsa settimana, infine, l’AD Sala ha presentato lo stato dei lavori di preparazione per Expo a Parigi, durante la riunione dei Paesi  aderenti al Bureau International des Expositions, e ha annunciato che sono stati già assegnati 11 spazi per i padiglioni nazionali (il 64% degli spazi disponibili) e altri 6 (il 54% del totale) per i Cluster, ovvero i padiglioni che raggrupperanno diversi Stati partecipanti secondo temi comuni, mentre per altri 18 padiglioni nazionali e 4 cluster sono ancora in corso trattative.

Expo 2015: Diana Bracco presenta il concept per il Padiglione Italia

19 novembre 2012 ·

La Triennale di Milano ospita martedi 20 novembre alle ore 17.00 la presentazione del tema creativo di base per la progettazione del padiglione italiano a Expo 2015. A illustrare il progetto sarà Diana Bracco, Presidente di Expo 2015 S.p.A e Commissario Generale per il Padiglione Italia, che ha anticipato così l’evento: “Abbiamo deciso di lanciare entro novembre una gara europea per la progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva del Padiglione Italia che si svilupperà lungo il Cardo, e per questo abbiamo organizzato un evento pubblico per raccontare all’intero Paese il concept che sarà alla base di questa prima importantissima gara. Il nostro compito è proporre contenuti di alta qualità che sappiano comunicare ed emozionare”. Il concept è descritto da Bracco come “una vetrina del Sistema Italia e un ponte tra le eccellenze italiane e quelle del resto del mondo” ed è stato curato da Marco Balich, noto in tutto il mondo come organizzatore di eventi di richiamo internazionale, tra cui spiccano le cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi Olimpici: Balich è stato infatti Direttore Creativo ed Executive Producer delle cerimonie a Torino 2006 e a fine 2011 ha vinto la gara internazionale per la produzione esecutiva delle cerimonie dei Giochi di Rio 2016.

Con Bulgaria e Indonesia Expo raggiunge i 100 paesi partecipanti

3 ottobre 2012 ·

Monti chiede uno sforzo comune delle istituzioni per il successo dell’Esposizione Universale

A meno di 950 giorni dall’apertura (30 aprile 2015) e in anticipo di tre mesi rispetto al termine fissato (fine anno), Expo 2015 ha raggiunto giovedi 27 settembre l’importante obiettivo dei 100 paesi partecipanti all’evento.  Le ultime nazioni ad aderire in ordine di tempo sono state la Bulgaria e l’Indonesia. Tra i principali paesi che hanno aderito finora a Expo ci sono Francia, Spagna, Germania,  Emirati Arabi Uniti, Turchia, Giappone, Cina, Russia e India. L ’annuncio è stato dato a New York dal premier Mario Monti, che ha affermato: Si tratta  di una soglia simbolica che manifesta il grande interesse per la manifestazione che avrà luogo nel 2015”.  Il presidente del Consiglio è poi intervenuto nuovamente sul tema Expo lunedi 1 ottobre, in occasione del Forum della Cooperazione Internazionale che si è tenuto presso il Piccolo Teatro di Milano, e ha invitato “tutte le istituzioni lombarde e milanesi, tutte le forze della società italiana ma in particolare lombarde e milanesi, per questo sforzo impegnativo e collettivo che darà, se avrà successo anche frutti importanti per costruire un permanente cordone ombelicale fra Milano e l’Italia e i Paesi nel mondo che coltivano questi valori e le politiche per realizzare questi valori”.

Expo 2015: arriva l’adesione della Germania

26 settembre 2012 ·

Sale a 98 il numero dei paesi partecipanti

Martedi 25 settembre la Repubblica Federale di Germania ha ufficializzato la presenza a Expo 2015, firmando il relativo contratto di partecipazione. La Germania è il 98° dei paesi che hanno finora confermato l’adesione a Expo, e il suo padiglione occuperà un’area di ben 4913 mq. Soddisfazione è stata espressa da Dietmar Schmitz, Commissario Generale di Sezione del Padiglione Tedesco, e dai responsabili istituzionali di Expo. Ha dichiarato Schmitz: “La Germania, come membro attivo e dedicato della comunità globale, ha sempre partecipato a tutte le Esposizioni Universali autorizzate dal BIE, il Bureau International des Expositions. Anche all’Expo del 2015 saremo  presenti e ancora una volta avremo uno dei padiglioni più grandi. A Milano metteremo in luce le straordinarie capacità e le competenze del nostro Paese: nel padiglione tedesco mostreremo che siamo un popolo cosmopolita e creativo, con un buon senso dell’umorismo”. Secondo Giuseppe Sala, ad di Expo 2015 S.p.A, “siamo in una fase in cui i rapporti operativi con i Paesi partecipanti si stanno facendo sempre più concreti. La firma di oggi ne è un esempio eccellente. La Germania, infatti, avrà un ruolo fondamentale all’interno di Expo Milano 2015: siamo certi che il padiglione tedesco interpreterà in modo originale il tema ‘Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita’. Questo contratto è uno dei migliori biglietti da visita con cui ci presenteremo all’International Participants Meeting di ottobre. L’IPM sarà l’occasione per molti altri Paesi di siglare la propria partecipazione”.

(Fonte: Expo 2015.org)

Expo 2015 verso quota 100 paesi partecipanti

19 settembre 2012 ·

La Tanzania è il 97° paese aderente all’evento

Tocca quota  97 il numero di paesi che hanno finora confermato la loro partecipazione a Expo 2015. Il mese di settembre ha visto infatti  l’adesione di tre importanti paesi africani: Ghana, Gambia e Tanzania. Il commissario generale di Expo, Roberto Formigoni, ha così commentato la notizia: “registro ancora una volta il vivo desiderio del continente africano di essere protagonista dell’Esposizione Universale italiana. Metà dell’Africa è già con noi e questo è un dato che va giudicato come assolutamente significativo. Nelle prossime settimane, a questo specifico aspetto verrà riservata un’attenzione tutta particolare sul nostro territorio: daremo spazio e voce ai protagonisti dell’Africa di oggi, nell’ottica di un confronto che possa essere il più possibile approfondito e costruttivo”.  L’obiettivo degli organizzatori rimane quota 130 paesi partecipanti, e un contributo importante potrebbe essere dato dal secondo “International Participants Meeting”,  in programma presso il MICO di Milano dal 10 al 12 ottobre 2012.

meno 1000 giorni a Expo: dal 31 luglio al 5 settembre una settimana di festeggiamenti

1 agosto 2012 ·

Tra gli eventi, il volo di un dirigibile sulla città e il lancio del progetto “Women for Expo”

Il prossimo 4 agosto mancheranno esattamente 1000 giorni all’apertura di Expo 2015, una data simbolica per la quale gli enti organizzatori dell’Esposizione hanno preparato un programma di festeggiamenti ed eventi istituzionali che è stato  presentato martedi 31 luglio presso la sede di Expo 2015 S.p.A. Roberto Formigoni, Commissario Generale di Expo Milano 2015, ha dichiarato: Vogliamo utilizzare questa data simbolicamente per dire che le istituzioni ci sono e che vogliamo coinvolgere sempre di più i cittadini. La prima fase è stata contraddistinta dalla costruzione della macchina, ora inizia la seconda fase in cui vogliamo concentrare l’attenzione sui contenuti che saranno uno dei punti di forza e di attrattività della Milano del 2015″. Il primo evento in programma (il 3 agosto alle 19.30 presso Palazzo Isimbardi) sarà la serata dal titolo “Immagini d’acqua e sapori di riso”, mentre il 4 agosto, alle 19.30, un dirigibile con la scritta “mille giorni all’ Expo” si alzerà dall’Arena, sorvolerà il Grattacielo Pirelli (sede di Regione Lombardia) e arriverà al Castello Sforzesco, dove fino al 11 agosto si terrà anche una rassegna musicale collegata al nuovo progetto  “Women for Expo”, una rete internazionale di 1000 donne che sosteranno in chiave femminile lo sviluppo dell’evento e le iniziative (anche imprenditoriali) sui temi dell’alimentazione, della salute e dell’ecosostenibilità.  (Fonti: Expo 2015.org/Adnkronos)

Successo per la promozione di Expo 2015 in Brasile

26 giugno 2012 ·


Formigoni, Clini e Sala ospiti al padiglione italiano del summit “Rio +20” 

Il commissario generale di Expo Roberto Formigoni e l’ambasciatore d’Italia in Brasile, Gherardo Lafrancesca, insieme al ministro dell’ambiente Corrado Clini e all’Amministratore delegato di Expo 2015 spA Giuseppe Sala, hanno presentato i progetti per l’Esposizione Universale in occasione di “Rio+20”, il summit Onu sullo sviluppo sostenibile organizzato a Rio De Janeiro. Durante la presentazione sono stati introdotti i progetti delle Aree Tematiche, in particolare i padiglioni a tema alimentare che raccoglieranno le rappresentanze di più paesi. Secondo Sala I padiglioni saranno 70-75 e rappresenteranno i 140 paesi che sono il nostro obiettivo finale. I 60 maggiori paesi avranno un loro spazio espositivo, gli altri non seguiranno un ordine geografico come avvenuto finora ma tematico. L’Italia avrà lo spazio espositivo più grande con 25 mila metri quadrati”.  Sala ha inoltre aggiunto che nell’area espositiva (1,1 milioni di mq) si attendono 20 milioni di visitatori, ma gli eventi e il sistema interattivo in via di creazione potranno arrivare fino alla cifra del miliardo di contatti. (Fonte: ANSA/Expo 2015)

Expo: oggi il secondo “Innovation Advisory Board”

6 marzo 2012 ·

In programma oggi al Ministero dell’Istruzione il tavolo di lavoro sui progetti tecnologici legati all’Esposizione Universale

Presso la sede romana del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca si tiene oggi 6 marzo (ore 15.00) il secondo incontro dell’Innovation Advisory Board di Expo 2015, il tavolo che dallo scorso settembre riunisce le principali aziende tecnologiche collegate all’evento del 2015. Nell’appuntamento di oggi Riccardo Luna (coordinatore del progetto IAB-Expo 2015) e Valerio Zingarelli (Direttore delle Tecnologie di Expo 2015) coordineranno la presentazione a pubblico, stampa e addetti ai lavori dei più recenti progetti tecnologici legati ad Expo, con la partecipazione di aziende come Vodafone, Telecom Italia, Accenture, Technogym e Microsoft Italia e di Giuseppe Sala (AD di Expo 2015 SpA) e  Paolo Bertoluzzo (Rettore del Politecnico di Milano).

(Fonte: Expo 2015)

Torna alla home e consulta altre news

BIT 2012 – Intervista HB Consortium – Le opportunità offerte da Expo 2015.mpeg

27 febbraio 2012 ·

BIT 2012 – Intervista HB Consortium – Le opportunità offerte da Expo 2015

 

Il primo intervento a Bit 2012 del presidente di Federalberghi Bernabò Bocca e del sindaco di Milano Giuliano Pisapia, che sottolineano come il turismo italiano continui ad essere sostenuto soprattutto dalla presenza di stranieri nel nostro Paese. Anche per l’estate 2012 si prevede questo trend, e in vista di Expo 2015 oltre questa tendenza dovrà essere sostenuta dallo sviluppo del turismo culturale (che secondo Pisapia sta dando buoni risultati a Milano) e dalla gestione efficace del numero e della qualità delle strutture ricettive.