Provincia di Milano: turismo in crescita nel primo semestre 2012

28 Novembre 2012 ·

Dati largamente positivi per l’andamento del turismo nella Provincia di Milano. È questa la tendenza evidenziata dall’Osservatorio Turismo della Provincia di Milano, secondo cui il territorio dell’area metropolitana, nei primi sei mesi del 2012, ha visto una crescita del 4,1% negli arrivi rispetto al 2011 (oltre 3 milioni di arrivi) e del 3,35% nelle presenze (più di 6 milioni di presenze). Altri dati interessanti riguardano la provenienza dei turisti: i visitatori in città provengono soprattutto dalla Russia (95.569 arrivi), dalla Francia (86.951) e dagli USA (86.013), mentre la Cina dimostra un interesse crescente per l’intera provincia con 44.404 presenze e stacca nettamente Giappone (39.546) e Germania (26.260). Per quanto riguarda il turismo interno, interessante invece il dato secondo cui i cittadini lombardi sono i principali visitatori di Milano, seguiti da turisti provenienti da Lazio e Veneto. L’assessore provinciale al Turismo Stefano Bolognini commenta così i dati dell’Osservatorio: “Italiani e stranieri continuano a visitare il nostro territorio. Si può ipotizzare che in vista di Expo 2015 questa tendenza aumenterà. Bisognerà lavorare, anche utilizzando la rete creata per valorizzare l’immagine di Milano, affinché aumenti la permanenza media e perché tutta l’area metropolitana sia all’altezza della grande sfida che ci attende”.

Bankitalia: il turismo italiano cresce a fatica

16 Marzo 2012 ·

Presentati i dati sulla bilancia dei pagamenti di settore: a dicembre 2011 brusco stop per spese e presenze

Bankitalia ha presentato i dati della bilancia dei pagamenti turistica relativi all’anno 2011, che fanno registrare un ulteriore avvicinamento tra la quota di settore costituita dalle presenze italiane all’estero e quelle straniere nel nostro paese. I dati annuali registrano una crescita della spesa giornaliera dei viaggiatori stranieri in Italia (30.821 miliardi di euro, +5,3%), dato che si riduce al +0,8% per quanto riguarda la spesa pro capite (89 euro). Risultati simili per la performance della spesa giornaliera degli italiani all’estero: il dato complessivo (20.644 mld) vede una modesta crescita del +1,1%, mentre il dato pro capite (79 euro) fa segnare un +6,2%. La durata media del viaggio si riduce inoltre del 3,5% per i turisti italiani (9 giorni) mentre rimane stabile per gli stranieri (7 giorni). La spesa pro capite per viaggio, infine, è quasi identica tra italiani e stranieri: 631 euro (+1%) per i visitatori dall’estero e 681 euro (+2,5%) per gli italiani. (I dati sulla spesa escludono i trasporti internazionali). Sorprendentemente negativi però i dati relativi a un mese cruciale come dicembre. Rispetto allo stesso mese del 2010 sono in forte calo sia la spesa dei viaggiatori stranieri in Italia (1323 mld, -9,1%) sia quella degli italiani all’estero (1,16 mld, -6,4%).

(Fonti: Bankitalia, Il Giornale del Turismo)

Torna alla home e consulta altre news

 

Al via la stagione turistica in Valle d’Aosta

2 Novembre 2011 ·

Sei mesi di neve accompagnano la stagione turistica della Valle D’Aosta, che si è aperta il 29 ottobre e si protrarrà fino al 6 maggio 2012. Nel corso di questo  lungo periodo, gli appassionati di sci potranno sperimentare gli oltre 800 chilometri di piste con un unico skipass oppure acquistare quelli dei singoli comprensori. Fra le proposte di quest’anno, tanti gli impianti rinnovati fra cui la nuova telecabina, ipertecnologica e trasparente, di Cervinia. Non mancheranno poi una pista illuminata ed accessibile anche la sera ed un’area dedicata allo snowkyte. Per evitare code agli impianti, gli skipass sono acquistabili via internet, nel portale via sms o presso le strutture alberghiere ed includono il Teleskipass, un vero e proprio Telepass dello sci con addebiti su carta di credito che conta già 10.000 clienti. I nuovi pacchetti per l’inverno 2011-2012 prevedono poi una tessera speciale per gli studenti universitari ed un ‘mercoledì rosa’ dedicato alle donne che include l’ingresso alle terme di Pré-Saint-Didier. “Abbiamo messo a punto un coordinamento fra gli operatori che consente a chi ama lo sci di trovare, nella nostra Regione, anche cultura, tradizioni, benessere e specialità enogastronomiche – ha detto l’assessore regionale al Turismo Aurelio Marguerettaz presentando la stagione a Milano – Abbiamo quindi un’offerta completa che va oltre le discese ed i panorami suggestivi”. (Fonte: Il giornale del turismo)

Indagine Federalberghi sull’estate 2011: dati in equilibrio. Il commento di Bocca

27 Luglio 2011 ·

Sono stati diffusi i dati completi sulle previsioni turistiche per l’estate 2011 raccolti nell’indagine svolta la scorsa settimana da Federalberghi.  Commentando i dati, il presidente della Federazione e degli albergatori italiani Bernabò Bocca auspica “scelte indispensabili per rafforzare quei risultati che il mercato sta già producendo”, in particolare l’istituzione del Ministero del Turismo con portafoglio e il supporto delle ambasciate e dei consolati all’estero alle attività delle Delegazioni Enit. Bocca dichiara inoltre che è “necessario rafforzare il sistema dei Buoni Vacanza Italia finanziandoli maggiormente per consentire sempre più alle famiglie meno abbienti di godere almeno di un periodo di ferie nel corso dell’anno”.  I dati sembrano segnare un sostanziale bilanciamento tra crescite e cali: nonostante l’aumento (+7%) dei viaggi verso le capitali europee, le vacanze all’estero dei nostri concittadini conoscono un calo dal 27% al 21%, mentre gli italiani che scelgono di trascorrere le ferie nel nostro paese passano dal 70% al 78%. La spesa media dei turisti italiani si riduce nell’insieme (776 euro rispetto ai 784 del 2010) ma rimane stabile quando si sceglie il continente europeo (1052 euro rispetto ai 1065 dello scorso anno). Infine si abbassa leggermente (-0,5%) anche la percentuale di intervistati che non andrà in vacanza (41,9%).

Federalberghi: presenze in salita a giugno, buon inizio per l’estate 2011

19 Luglio 2011 ·

Forte crescita delle presenze negli hotel italiani a giugno. Il monitoraggio mensile svolto da Federalberghi  fa infatti registrare un +8,7%  rispetto a giugno 2010. Una crescita così commentata da Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi: “L’andamento del turismo alberghiero italiano a giugno di quest’anno, rispetto allo stesso periodo del 2010, fa segnare uno straordinario risultato, e l’incremento dell’8,7% di pernottamenti registrati in tutta Italia tra italiani e stranieri rappresenta un record che da anni non registravamo. L’augurio è che sia il miglior viatico per l’intera stagione estiva”. I dati del 2011 continuano però a registrare un’alternanza tra mesi in crescita e bruschi cali: a maggio la rilevazione aveva fatto segnare un -5,1% di presenze. Nel complesso tuttavia i primi sei mesi dell’anno segnano una crescita del 2% nelle presenze rispetto allo scorso anno.

Rapporto AEA sulla balneabilità: l’Italia arranca

28 Giugno 2011 ·

Un tutt’altro che onorevole 16° posto su 27 stati, e ben 23 chiusure di siti sul Mare Adriatico. Questa la posizione dell’Italia nel rapporto 2011 sulla balneabilità delle acque europee, realizzato dall’Agenzia Europea per l’Ambiente su dati del 2010.  Cipro, Croazia, Malta e Grecia sono risultati i paesi più attenti alla cura delle coste e delle acque interne, secondo criteri di verifica della presenza di eventuali fonti inquinanti e microrganismi patogeni. Tornando al nostro paese, secondo il rapporto AEA il 14,7% delle zone balneabili costiere non rispetta i criteri minimi di qualità, un dato che sale al 27,3% per le acque interne. La balneazione è inoltre vietata nell’ 1,2% dei siti costieri italiani e nello 0,8% delle acque interne. Il rapporto sottolinea però che dal prossimo anno entreranno in vigore nuovi parametri di analisi più severi, che potrebbero far dichiarare a rischio un terzo delle zone balneabili europee. (fonti: Ansa, TTG)