• Newsletter
     
      
  • Abbatti i costi
     
      
  • Guida ai fornitori
     
      
  • Consulenza professionale 2
     
      
  • Contatti
     
      
  • Blog
     
      
  • Consulenza professionale 1
     
      
  • slide1
     
      

Alta formazione per l’hospitality: guida ai corsi

13 Dicembre 2018 

Spaziano dal management al design, dal food & beverage al web marketing. Formano profili altamente specializzati e versatili, che possano offrire valore aggiunto al segmento alberghiero e contribuire alla costruzione di un’offerta competitiva. I corsi di alta formazione dedicati all’Horeca si moltiplicano. Università, istituti di istruzione pubblici e privati, aziende di formazione e consulenza mettono in campo un ampio ventaglio di corsi post diploma e post laurea, programmi di aggiornamento e stage che forniscono un bagaglio di competenze necessarie a interpretare le trasformazioni del mercato.

La Ihma (International Hospitality Magnagement Academy), si legge su hotelmag.it, propone programmi didattici focalizzati nel campo della gestione e del management alberghiero. Il piano formativo si compone di oltre 20 percorsi di alta preparazione professionale, di cui 19 master.

Polo universitario attivo nel settore dell’alta formazione alberghiera è la Luiss Business School, che ha lanciato un corso in Executive Hotel Management, mentre da febbraio 2019 partirà il nuovo corso in Hospitality & Tourism Revenue Management.

Forma invece professionisti dell’hospitality che sappiano legare il business degli eventi allo sviluppo strategico della struttura alberghiera Les Roches International School of Hotel Management. L’istituto privato svizzero, aperto ai giovani di tutto il mondo e italiani, adotta un approccio formativo che unisce alla didattica classica in aula esperienze sul campo al fianco di brand del lusso.

Food & Beverage
Cresce intanto l’offerta didattica dedicata al food&beverage al servizio dell’ospitalità alberghiera, forte di una domanda di specializzazione in aumento, in particolare tra i giovani. Nascono perciò scuole di alta formazione del gusto e debuttano nuovi corsi professionali. L’Università Bocconi, ad esempio, propone un programma internazionale in inglese per la formazione di figure manageriali f&b per l’hotellerie.

Ma l’offerta formativa abbraccia con maggiore convinzione anche il mondo dell’hotel design, proponendo corsi specializzanti rivolti ad architetti e designer. È il caso del Poli Design (istituto di formazione post laurea creato dal Politecnico di Milano), che ha lanciato i corsi in Hotel Design Solution e in Leisure Lounge & Restaurant Solution.

Nella wellness hospitality un’esperienza formativa di rilievo è offerta da Yacademy, realtà creata da Young Architects Competitions, che ha lanciato un corso in Architettura per il wellness il cui focus è la formazione di nuovi architetti che sappiano pensare spazi innovativi e in armonia con le destinazioni in cui sono inseriti.

Un capitolo a parte è poi quello delle strategie digitali e del marketing territoriale.  Web company e soggetti privati come Gp.Studios o Titanka! offrono servizi di consulenza e opportunità di formazione specifica per chi opera già nel settore. (A.N.)

Su Turismo d’Italia di dicembre la versione completa dello Speciale Rassegna Formazione

Fonte: https://www.ttgitalia.com/stories/hotel/148278_alta_formazione_per_lhospitality_guida_ai_corsi