• Newsletter
     
      
  • Abbatti i costi
     
      
  • Guida ai fornitori
     
      
  • Consulenza professionale 2
     
      
  • Contatti
     
      
  • Blog
     
      
  • Consulenza professionale 1
     
      
  • slide1
     
      

Turismo, 20 milioni di euro per innovare e promuovere la Costa dell’Emilia-Romagna

21 novembre 2018 

Presentato il progetto di legge per rilanciare il turismo balneare. Corsini: “Investiamo per sostenere un distretto turistico strategico per l’economia della regione”

Il litorale e le spiagge da Goro, nel ferrarese, a Cattolica, nel riminese: un patrimonio da innovare e valorizzare con interventi di rigenerazione e riqualificazione per consolidare e sviluppare la competitività del turismo balneare di tutta la nostra costa.

Un altro tassello del rilancio turistico dell’Emilia-Romagna è stato posato oggi con la presentazione, in Commissione consiliare, del progetto di legge della Giunta regionale sulla promozione e la riqualificazione della costa.

Un atto che vuole incidere sui litorali, sostenendo i progetti dei Comuni che investono per migliorare la qualità architettonica e ambientale dello spazio urbano, con una forte vocazione alla sostenibilità.

Un progetto di legge per valorizzare e promuovere la Costa dell’Emilia-Romagna
Obiettivo strategico del progetto di legge, che riguarda 14 Comuni, è quindi promuovere e sostenere l’innovazione del prodotto turistico nel Distretto balneare della Costa emiliano-romagnola. Attraverso bandi regionali, saranno concessi contributi alle amministrazioni che rientrano nel Distretto per incentivare progetti di riqualificazione e rigenerazione urbana delle località costiere.

I progetti dovranno promuovere la qualità architettonica e ambientale dello spazio urbano, rimuovere eventuali condizioni ed elementi di degrado, sostenere l’innalzamento e la miglior distribuzione dei servizi e delle attrezzature con particolare riferimento a quelli turistici, prevedere la riduzione degli impatti ambientali, promuovere la mobilità sostenibile e favorire lo sviluppo della vocazione turistica del Distretto anche in riferimento alla Wellness Valley.

Continua a leggere >>

fonte: www.regione.emilia-romagna.it