• Newsletter
     
      
  • Abbatti i costi
     
      
  • Guida ai fornitori
     
      
  • Consulenza professionale 2
     
      
  • Contatti
     
      
  • Blog
     
      
  • Consulenza professionale 1
     
      
  • slide1
     
      

E se l’hotel del futuro fosse come Tetris?

10 aprile 2018 

Dalle Vertical City ai Vertical Hotel: da Rotterdam il primo esempio di Hotel Tetris, moduli abitativi colorati che potrebbero ispirare la città del futuro

Giardini, grattacieli, quartieri e intere città svettano oramai verso il cielo delle principali metropoli del mondo. La crescita esponenziale della popolazione mondiale, la mancanza di spazi e i conseguenti danni in termini ambientali ed ecologici hanno costretto progettisti ed architetti ad aguzzare il loro ingegno e a dar vita a soluzioni urbane sempre più innovative ed ecosostenibili. Tra i nuovi modelli concepiti e realizzati in questi ultimi anni nelle grandi città del mondo, diverse sono le architetture sviluppate in verticale. Non solo, appunto, città e grattacieli ma anche interi quartieri di grattacieli green e boschi verticali; basti pensare al noto esempio del primo Bosco Verticale a Milano, inaugurato nel 2014, nato dalla mente di Stefano Boeri, o a quando nel 2016 a Shangai venne progettata per la prima volta un’intera città verticale. Il modello prevede la creazione di una torre bionica ed ecologica alta ben 1.228 metri e ispirata a strutture e principi naturali, che includerà non solo residenze ma anche uffici, parchi, hotel, centri commerciali e aree adibite all’intrattenimento.

Il futuristico Hotel Tetris: rivoluzione e ottimizzazione di spazi abitativi
Un esempio davvero originale e creativo di architettura verticale viene da Rotterdam, dallo studio di architettura Mvrdv, che nel 2017 ha presentato alla Dutch Design Week, in collaborazione con il think tank The Why Factory (Research and concept design), il modello di Tetris Hotel.

Continua a leggere >>

fonte: www.wired.it