• Newsletter
     
      
  • Abbatti i costi
     
      
  • Guida ai fornitori
     
      
  • Consulenza professionale 2
     
      
  • Contatti
     
      
  • Blog
     
      
  • Consulenza professionale 1
     
      
  • slide1
     
      

Quanto pagano gli italiani per usufruire del Wi-Fi in volo

17 gennaio 2018 

norwegian-in-flight-entertainment-tablet

Il motore di ricerca KAYAK.it ha analizzato i costi della connessione a bordo di alcune delle più popolari compagnie aeree nel Bel Paese, svelando le opzioni più economiche

●        Norwegian è l’unica compagnia aerea europea con collegamento Wi-Fi gratuito sia per viaggiatori in classe economy, sia in business;

●        I vettori low cost più popolari tra gli italiani (Ryanair, Easyjet e Wizz Air) non dispongono di Wi-Fi a bordo;

●        Chi vola con TAP si scontra con le tariffe per la connessione più elevate, sia in economy sia business: per 50 MB si pagano circa 38 €.

Uno scatto ad alta quota da postare in tempo reale sui social, un messaggio ai propri cari o la mail dell’ultimo secondo: nulla è impossibile se si è connessi, anche tra le nuvole. Per accontentare i passeggeri che in viaggio – sia per lavoro o per svago – non vogliono rinunciare ad essere sempre online, le compagnie aeree stanno progressivamente dotando i propri velivoli del Wi-Fi. Ma quanto spendono gli italiani per navigare in rete in volo? Il motore di ricerca viaggi KAYAK.it ha indagato la disponibilità e i prezzi del Wi-Fi a bordo delle compagnie più popolari in Italia, evidenziando quali propongono il servizio gratuitamente, quali offrono i pacchetti più economici e che tipo di servizio viene messo a disposizione in business class.

Norwegian: unica compagnia aerea europea con connessione Wi-Fi gratuita per tutti

Nonostante molte compagnie aeree offrano pacchetti ad hoc per il Wi-Fi, alcune prevedono la navigazione ad alta quota in maniera completamente gratuita. Prima tra tutte Norwegian Air, l’unica tra le europee con collegamento gratuito disponibile sulla maggior parte dei voli in Europa e tra gli Stati Uniti e i Caraibi. Anche a bordo di SAS Scandivian si rimane connessi, il Wi-Fi è presente sulle tratte a lungo raggio e su dieci Boeing 737-800 che volano in Europa, e possono navigare gratuitamente i membri EuroBonus Gold o Diamond. Anche a bordo della maggior parte dei voli Emirates il Wi-Fi è free ma solo fino ai 20 MB ed entro le prime due ore dal primo accesso: il traffico dati è sufficiente per navigare sui social e inviare messaggi. Diversamente, tra le compagnie aeree low cost più popolari tra gli italiani quali Ryanair, Easyjet, Vueling e Wizz Air non c’è Wi-Fi a bordo. La compagnia di bandiera Alitalia invece, su selezionati aeromobili e per tratte a lungo raggio, permette di navigare anche tra le nuvole con diversi pacchetti: 1,70 € fino a 10 MB, 5 € per 50 MB e infine, con una spesa di 10 € si hanno a disposizione 90 MB.

Volare con TAP significa pagare le tariffe più elevate per la connessione Wi-Fi

Continua a leggere >>

fonte: Hospitality Business Magazine