• Newsletter
     
      
  • Abbatti i costi
     
      
  • Guida ai fornitori
     
      
  • Consulenza professionale 2
     
      
  • Contatti
     
      
  • Blog
     
      
  • Consulenza professionale 1
     
      
  • slide1
     
      

Confindustria Alberghi: sul CCNL i correttivi non bastano

28 gennaio 2014 

 

L’attuale crisi economica e occupazionale impone di prendere delle decisioni nell’immediato

Precisazione di Confindustria Alberghi che, dopo l’annuncio dell’altra organizzazione (Federalberghi) sull’accordo siglato in merito al Contratto Nazionale di Lavoro (CCNL) ha chiarito le motivazioni della sua mancata approvazione. “Di fatto – si legge nella nota – prosegue il negoziato mantenendo invariata la volontà di fornire alle aziende associate uno strumento utile per gestire e superare le situazioni di difficoltà di un settore pesantemente colpito anche da una pressione fiscale divenuta ormai insostenibile.

Un accordo relativo a una parte del segmento alberghiero è stato raggiunto pochi giorni fa da un’altra organizzazione datoriale, mentre la gran parte delle aziende e dei lavoratori delle imprese alberghiere e delle altre componenti del settore turismo rimangono ancora senza contratto”. “È evidente che l’attuale crisi economica e occupazionale impone di prendere delle decisioni nell’immediato; semplici correttivi al sistema non servono.

È quindi necessario dare delle risposte concrete e coraggiose intervenendo su alcuni automatismi e istituti contrattuali che non sono più in linea con le logiche aziendali e produttive”. La nota si conclude spiegando che fin dall’apertura del negoziato Federturismo Confindustria e l’Associazione Italiana Confindustria Alberghi avevano posto sul tavolo della trattativa misure che permetteranno di recuperare produttività e occupazione almeno fino al 2016, con delle rilevanti novità per incentivare l’occupazione soprattutto dei più giovani. Misure che le due organizzazioni datoriali intendono continuare a portare avanti nei prossimi incontri con i sindacati. www.alberghiconfindustria.it

Fonte L’Agenzia di Viaggi