IUSVE: nel 2013 a Verona il primo Master in marketing e comunicazione dell’enogastronomia

12 Dicembre 2012 

IUSVE-Istituto Universitario Salesiano Veneziano propone da gennaio 2013 nella sua sede di Verona (via Regaste San Zeno 17) il primo master universitario dedicato a “Wine and Food-Marketing e Multimedia Communication”. Il corso, di durata annuale sarà articolato in due percorsi di studio dedicati rispettivamente all’alimentare e all’enovinicolo. L’obiettivo del master di primo livello è creare una rete di comunicatori moderni, in grado di coniugare la conoscenza tecnica, scientifica e tecnologica con la sapienza delle tradizioni e le peculiarità culturali del territorio, guardando allo stesso tempo alla crescente specializzazione e articolazione internazionale del settore alimentare. Tra i temi trattati: marketing strategico in Italia e all’estero, brand identity e packaging, marketing emozionale e tradizioni culturali, tecnologie multimediali innovative offerte dal web 2.0 (viralità, networking, social advertising, cross-medialità, cloud computing) per la promozione e la valorizzazione dei prodotti che finiscono sulla tavola. Il Master è patrocinato dalla Camera di Commercio di Verona e vedrà la collaborazione di aziende del settore come Aia, Altamarca, FoodPackages, Mediatailor, Paluani, Podere La Cappella, Velo Group, Veneto Agricoltura. Uno dei moduli del corso sarà seguito da Giampietro Comolli, esperto di distretti produttivi, mente del progetto “UnPoPerExpo” e collaboratore di “Hospitality Business Magazine”, che ha così commentato le opportunità del Master in chiave Expo 2015: “Expo richiederà professionalità formate all’utilizzo delle tecnologie multimediali più innovative strettamente collegate alla conoscenza della civiltà, cultura e origine della migliore tradizione alimentare e nutritiva del made in Italy. I primi diplomati che usciranno dal master, nel 2013, saranno pronti per rispondere alle esigenze di Expo 2015 che punterà a presentare le più moderne applicazioni tecnologiche tramite il web, iPad e smartphone. Venti milioni di visitatori e turisti, molti stranieri, attesi all’Expo vorranno essere guidati nei territori produttivi delle eccellenze food&wine: sarà un’occasione unica per le aziende produttrici nella Pianura Padana che investiranno in quest’ambito della comunicazione.