Venezia: ok da ENAC per la costruzione della Torre Cardin

13 Novembre 2012 

In una nota l’ Ente dell’Aviazione Civile ha ufficializzato il suo via libera in deroga alla costruzione del Palais Lumière, il complesso composto da tre torri che il noto stilista Pierre Cardin vuole costruire nell’ex area industriale di Porto Marghera (VE). Il progetto del grattacielo aveva sollevato nei mesi scorsi ampie discussioni per via dell’altezza record prevista (255 metri per 66 piani) e dei conseguenti possibili rischi dovuti alla vicinanza con il locale aeroporto Marco Polo/Tessera (a sua volta in via di espansione, con la costruzione di una nuova pista in programma per i prossimi anni). L’autorizzazione di ENAC è dunque una deroga al limite di 145 metri d’altezza previsto per le costruzioni nell’area attorno all’aeroporto: gli esperti che hanno esaminato il dossier hanno ritenuto tuttavia che il grattacielo, destinato ad essere l’unica costruzione nella zona a raggiungere simili altezze, non comporti pericoli specifici o la necessità di modificare le rotte degli aerei. Soddisfatti il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni (nella foto) e il presidente del Veneto Luca Zaia, che hanno anche sottolineato l’importanza della costruzione e delle opere complementari (in particolare nuove vie di trasporto tra Venezia e Marghera) per la riqualificazione anche turistica di Porto Marghera e l’occupazione nella zona. I lavori dovrebbero partire nel prossimo febbraio per un costo complessivo di circa 2 miliardi e mezzo di euro.