Diritti aeroportuali negli scali spagnoli, Fiavet: “no alla richiesta di supplementi”

17 Luglio 2012 

La Federazione annuncia iniziative legali contro gli addebiti automatici sulle carte di credito

In una nota stampa Fiavet, la Federazione delle agenzie di viaggio e dei tour operator italiani, ha preso le distanze e ha annunciato iniziative legali, oltre a un ricorso presso ECTAA (l’Associazione Europea di Agenti di Viaggio e Tour operator) nei confronti di alcune compagnie aeree che in seguito all’ aumento dei diritti aeroportuali negli scali spagnoli intendono riscuotere supplementi sui biglietti aerei già acquistati dal 1° luglio in avanti. “Contestiamo in particolare l’arbitrario utilizzo della carta di credito stabilito da alcuni vettori, che prevedono l’addebito automatico dei supplementi sulla carta di credito che ha effettuato la transazione, anche se questa risulta essere una carta aziendale” – ha dichiarato Massimo Caravita, Vice Presidente Fiavet e titolare della Delega ai Trasporti, che aggiunge: “il rapporto di intermediazione nella vendita della biglietteria aerea e, di conseguenza, il rapporto di mandato tra l’Agenzia di Viaggio e il passeggero, cessa al momento dell’emissione del biglietto. Ne deriva che ogni eventuale ulteriore autorizzazione per l’utilizzo delle carte di credito aziendali deve essere nuovamente concesso”. (Fonte: Fiavet)