Brambilla: “Per i Contratti di sviluppo, 400 milioni di euro”

11 Ottobre 2011 

Contratti di sviluppo destinati all’industria turistica e un corso di formazione per l’innovazione turistica indirizzato a manager pubblici del settore, realizzato in collaborazione con la Scuola superiore della pubblica amministrazione: queste sono le iniziative illustrate dal ministro del Turismo Michela Brambilla a favore del turismo. Il Contratto di sviluppo prevede una dotazione finanziari iniziale di 400 milioni di euro e vede coinvolte prioritariamente le quattro Regioni Obiettivo Convergenza (Sicilia, Calabria, Puglia e Campania).

Il ministro del Turismo mette a disposizione 400 milioni di euro per i Contratti di sviluppo. “Queste risorse sono un sostegno ai piani di investimento nel settore turistico – ha ribadito Michela Vittoria Brambilla -. Si tratta di uno strumento adottato dall’esecutivo per rafforzare la struttura produttiva del Paese, prioritariamente nelle Regioni del cosiddetto ‘Obiettivo convergenza’, ovvero  Sicilia, Calabria, Puglia e Campania”. Il contratto di sviluppo è stato creato come strumento atto a favorire la crescita delle imprese italiane e attrarre investimenti dall’estero, soprattutto nelle aree del Sud. Possono ottenere le agevolazioni le imprese di qualsiasi dimensione che promuovano progetti di investimento nelle aree sottoutilizzate, mentre nelle altre aree del territorio nazionale possono accedere alle agevolazioni esclusivamente le pmi. Il sostegno economico può arrivare sino al 50% del valore attualizzato dell’investimento ammesso. Le risorse possono essere concesse come contributo in conto impianti o in conto interessi, contributo alla spesa, finanziamento agevolato. Nel caso di programmi di sviluppo turistico l’importo complessivo degli investimenti ammissibili non può essere inferiore a 22,5 milioni di euro. “Si favoriscono – ha ricordato il ministro Brambilla – le reti d’impresa e la messa a sistema della vitalità imprenditoriale dei territori, in linea con il principio dei distretti turistici”. (Fonte: TTG)